Arte e spettacolo
15:03pm10 novembre 2017 | mise à jour le: 10 novembre 2017 à 15:03pmReading time: 3 minutes

Musica senza frontiere

Il duo Ilaria Graziani e Francesco Forni al "Mundial" di Montréal

Francesco Forni e Ilaria Graziano

Foto Simona Ghizzoni

Dal 14 al 17 novembre è in programma la 7ma edizione del Mundial Montréal, l’appuntamento annuale dei professionisti dell’industria della musica del mondo che spesso costituisce un bel trampolino di lancio per la carriera degli artisti selezionati. Il “Mundial”, al quale parteciperanno 31 artisti internazionali, è il solo festival-mercato in America del Nord dedicato al 100% alla musica del mondo.

A rappresentare l’Italia a questo importante evento sarà il duo formato da Ilaria Graziano e Francesco Forni, che si esibirà il 16 novembre, alle ore 21, alla Sala Rossa (4848 boul. Saint-Laurent). Il duo si esibirà anche <@Rb>domenica 19 novembre, alle ore 21 al Club Balattou (4372 boul. Saint-Laurent, Montréal).

«Non vediamo l’ora di lanciarci in questa nuova avventura canadese. È la prima volta che veniamo in Canada – spiegano Ilaria e Francesco – e siamo curiosi di entrare in contatto con il pubblico e di vederne la reazione».

Il duo si è formato ufficialmente nel 2012 ed ha già al suo attivo due dischi: “From Bedlam to Lenane”, uscito in quell’anno, e  “Come 2 me”, uscito alla fine del 2013. È in preparazione il terzo disco che uscirà all’inizio del prossimo anno. «Per il “Mundial” – afferma Ilaria – faremo uno “showcase” in cui proporremo il meglio del nostro repertorio. Sarà una bella occasione per farci conoscere dagli addetti ai lavori.

Noi – aggiungono– negli ultimi tre anni abbiamo lavorato molto in Europa, in particolare in Francia che ha dei legami molto stretti con il Québec, e siamo molto contenti di essere stati selezionati dal direttore artistico del “Mundial” per rappresentare l’Italia».

Ilaria e Francesco sono napoletani ma vivono a Roma. Entrambi vengono da famiglie in cui la musica ha sempre avuto un posto di primo piano.

«Da bambina – afferma Ilaria – ho studiato il violino e mio padre ascoltava musica di ogni genere e mi ha trasmesso questa sua passione. Mi sono interessata alla musica del mondo e, in particolare, all’uso della voce di cui ne ho approfondito lo studio».

«Ho studiato da bambino il pianoforte con uno zio, poi – prosegue Francesco – ho studiato la chitarra che mi ha portato, giovanissimo, a lavorare molto come chitarrista. Ho lavorato molto nell’ambito delle colonne sonore e in teatro, un’esperienza che mi ha anche avvicinato molto alla voce e mi ha liberato da certe timidezze».

«Con Francesco – continua Ilaria – ci conosciamo da 20 anni. Abbiamo iniziato a suonare insieme nei localini, ci siamo scambiati diverse collaborazioni e ci siamo ritrovati quasi naturalmente, spinti da interessi musicali comuni a formare questo duo. Ci siamo così messi a fare quello che ci piaceva, a comporre canzoni, in inglese, in italiano, in francese e anche in spagnolo, ad “asciugare” le nostre varie influenze musicali fino a renderle quasi minimaliste».

«La nostra musica che, se vogliamo definirla in qualche modo parte da radici folk e blues, rappresenta – aggiungono i due artisti – la sintesi dei nostri percorsi musicali. Alcuni critici l’hanno definita una sorta di “folk-blues eclettico” o di “alternative-folk” ma poi ognuno ci vede l’influenza musicale che vuole. Voce, chitarra, ukulele e percussioni con i piedi, per veicolare meglio le nostre canzoni, le nostre emozioni, cercando l’essenza delle cose».

Oltre al 16 e al 19, Ilaria e Francesco terranno altri concerti in Québec. Le date non sono state ancora confermate. Vi invitiamo a consultare il sito web: http://www.ilariagrazianofrancescoforni.com

o la pagina facebook:

https://www.facebook.com/francesco.ilaria<@$p&gt;