Arte e spettacolo
14:55pm10 marzo 2021 | mise à jour le: 10 marzo 2021 à 14:55pmReading time: 4 minutes

Italiana: la cultura è online

Italiana: la cultura è online
Photo: Foto cortesiaSono numedrosi gli spettacoli offerti dal sito Italiana

Aise – “L’Italia non è mai stata così vicina”. Con questo slogan si è chiusa la presentazione di Italiana, Lingua Cultura Creatività nel Mondo, il nuovo portale della Farnesina per la promozione integrata della cultura italiana nel mondo in tutte le sue sfaccettature: https://italiana.esteri.it/italiana/

Il portale, con accesso totalmente gratuito e interamente disponibile in lingua inglese, è stato presentato il 4 marzo scorso nel corso di una conferenza stampa in diretta streaming

«Italiana è uno strumento innovativo – ha esordito il ministro degli Esteri Luigi Di Maio – creato per raccogliere e rendere visibile tutta l’attività della Farnesina per la promozione della cultura italiana nel mondo, sul solco di una delle linee strategiche della nostra politica estera, perché la lingua e la cultura sono uno dei veicoli attraverso cui passano i nostri valori e la nostra visione del mondo».

Il portale “Italiana”

Il progetto è nato durante la prima fase del lockdown, ha raccontato Di Maio, «quando abbiamo tutti compreso che il modo di vivere la cultura doveva cambiare radicalmente. È stata “una sfida”, ma anche un’occasione dovuta alla crescita della domanda di cultura on line in questi mesi di chiusure, raccogliendo un pubblico davvero globale. Italiana è una vetrina straordinaria per la promozione integrata della cultura italiana nel mondo e interagirà con il sistema digitale della cultura italiana, musei, teatri, festival, editoria e arti perfomative e questo tramite l’altro portale istituzionale, questa volta realizzato dal MiBAC, ITsART. L’intento finale è quello di rilanciare il nostro Paese e sostenere l’industria dell’arte e della creatività e, al tempo stesso, rispondere alla domanda di Italia nel mondo.

 

Un lavoro di squadra

«Italiana – per il direttore centrale per la Promozione della Cultura e della Lingua italiana del MAECI, Cecilia Piccioni – è il risultato di uno sforzo creativo, progettuale e finanziario che la Farnesina ha profuso grazie alla collaborazione di molti attori: dal sostegno economico del governo alla dedizione dei colleghi che vi hanno lavorato. Una squadra straordinaria. In tanti hanno risposto alla chiamata, collaborando con il MAECI nella produzione di contenuti di qualità: dal MiBACT ad Umbria Jazz, dall’Accademia di Santa Cecilia all’Anica al MAXXI. Serbatoi infiniti di cultura ai quali noi attingiamo», ha detto Piccioni.

 

Le proposte online

Quanto ai contenuti, Italiana coniuga “tradizione e modernità”, “passato e futuro”. Le cifre, come ha sottolineato Piccioni, parlano da sole: sono già on line 39 proposte (sottotitolate in inglese) di spettacolo dal vivo, teatro, danza, circo contemporaneo, musica classica/contemporanea e musica jazz; e altri contenuti arriveranno nelle prossime settimane, perché ormai è chiaro, ha concluso la rappresentante della Farnesina: «la Promozione del Sistema Paese ha raccolto la sfida di mettersi al passo con i tempi».

 

Le sezioni e i contenuti

Organizzato in quattro sezioni principali, Cultura e creatività; Lingua e formazione; Opportunità; Chi siamo, Italiana propone già, immediatamente disponibili per la fruizione, contenuti come la serie “Ritratti di donne”, che, realizzata in collaborazione con il Premio Solinas, racconta in dieci episodi (sottotitolati in inglese) le storie di dieci protagoniste della scena culturale italiana contemporanea, fra letteratura, arte, musica, cinema, teatro, archeologia, moda e impresa; o i podcast “Music and the Cities”, che compongono un viaggio alla scoperta delle città italiane attraverso il filo conduttore della musica, dalla tradizione popolare ai linguaggi più attuali; o ancora la serie “JazzLife. La vita con la J maiuscola”, realizzata in collaborazione con Umbria Jazz, che propone quattro documentari e quattro concerti inediti di alcuni dei protagonisti più interessanti dell’attuale panorama jazzistico italiano in luoghi iconici del nostro patrimonio culturale.

Ci sono poi le produzioni inedite realizzate con gli avvisi pubblici “Vivere ALL’italiana in musica“ e “Vivere ALL’italiana sul palcoscenico“ e altri contenuti multimediali fruibili in collegamento con piattaforme dedicate come Vimeo. Il sito permette, inoltre, di esplorare la rete culturale italiana all’estero grazie ad una mappa interattiva che include Istituti Italiani di Cultura, Scuole italiane, cattedre e lettorati di italianistica in Università straniere e missioni archeologiche sostenute dall’Italia.