Arte e spettacolo
14:39pm9 novembre 2021 | mise à jour le: 9 novembre 2021 à 14:39pmReading time: 3 minutes

Musica e architettura con il progetto “ARCHES”

Musica e architettura con il progetto “ARCHES”
Photo: Foto Maryse BoyceUn momento del concerto del 30 ottobre scorso alla Casa d’Italia

Concerto del Coro “Les Rugissants” domenica 21 novembre alla Chiesa Madonna della Difesa

Dopo il concerto tenuto alla Casa d’Italia il 30 ottobre scorso, torna il Coro “Les Rugissants”, diretto dal Maestro Xavier Brossard-Ménard, che si esibirà il 21 novembre, alle ore 14:00, 15:00 e 16:00, nella Chiesa Madonna della Difesa, nella Piccola Italia.

«Sarà il secondo concerto della serie denominata “Presenza italiana”, un progetto dal nome “ARCHES”, in collaborazione con Héritage Montréal, e con il sostegno finanziario del Conseil des arts et des lettres du Québec, che si pone come obiettivo – spiega il direttore – quello di far scoprire ai montrealesi alcuni gioielli del patrimonio architettonico della nostra città attraverso visite guidate e performance musicali legate al luogo in cui ci si trova. Architettura e musica insieme. Si tratta – aggiunge il Maestro che ha studiato clarinetto al Conservatorio di Milano –di diversi “filoni” di concerti. Uno, ad esempio, è dedicato ad alcuni edifici del Centro, un altro alla zona Sud-Ovest di Montréal e questo è dedicato alla comunità italiana e ai suoi luoghi. Sono un grande appassionato della musica lirica italiana e volevo in qualche modo “connettere” questo mio interesse con il suddetto progetto, anche per far scoprire ai montrealesi luoghi e brani musicali forse meno noti. Alla Casa d’Italia, l’edificio di tutti gli italiani, abbiamo proposto, ad esempio, dei brani in dialetto friulano o siciliano e alcuni pezzi di autori del XX secolo come Luigi Dalla Piccola e Luciano Berio, forse meno noti al grande pubblico ma altrettanto interessanti dei capolavori lirici più conosciuti.

Per il concerto del 21 novembre alla Chiesa della Difesa il percorso musicale sarà un po’ più “sacro”. A parte una “Frottola” di Ermanno Wolf-Ferrari che servirà da introduzione, eseguiremo l’“Ave Maria” di Bruckner, la “Passione” sempre di Wolf-Ferrari, il brano “Per un morto” di Idelbrando Pizzetti, legato alla presenza del Monumento ai Caduti che si trova accanto all’ingresso della Chiesa e l’“Agnus Dei”, sempre di Pizzetti. Mi sono “divertito” a trovare un repertorio che si adattasse al luogo e alle sue atmosfere e che mettesse in risalto il grande patrimonio musicale corale del XX secolo. In tal modo il pubblico potrà scoprire o riscoprire sotto un’altra ottica e grazie ad un’altra atmosfera una magnifica chiesa come quella della Difesa.

Dopo questo appuntamento – conclude Xavier Brossard-Ménard – ne seguiranno altri, in data ancora da definire, alla Chiesa Madonna di Pompei, alla Torre della Borsa costruita da un architetto italiano (tra il 1963 e il 1964 su progetto architettonico di Luigi Moretti e strutturale di Pier Luigi Nervi, n.d.r.) e forse un quinto dedicato al Duplex italiano».

Per informazioni e video: https://www.rugissants.com/

Per i biglietti (gratuiti): https://www.eventbrite.ca/e/billets-arches-presenza-italiana-madonna-della-difesa-200636327657?aff=erelexpmlt

 

More Like This