Arte e spettacolo
20:10pm28 gennaio 2022 | mise à jour le: 28 gennaio 2022 à 20:10pmReading time: 2 minutes

Matteo Bocelli, sempre più richieste a livello internazionale

Matteo Bocelli, sempre più richieste a livello internazionale
Photo: Foto Luca Rossetti/9ColonneMatteo Bocelli

(NoveColonneATG) Roma – Matteo Bocelli si conferma uno degli artisti italiani più richiesti all’estero e il 20 gennaio è stato ospite del programma cult americano “Kelly Clarkson Show”, in onda sulla NBC. Quella al Kelly Clarkson è solo l’ultima partecipazione ad uno show americano per Matteo, che arriva dopo le performance nel celebre “Good Morning America” e nei due speciali natalizi della PBS (alla presenza del Presidente Biden) e della CNN.

Nel Kelly Clarkson Show, l’artista si è esibito insieme ad una band di musicisti internazionali con il nuovo brano “Close”, traccia estratta dal suo attesissimo album di debutto, in uscita in autunno in tutto il mondo per Capitol Records / Polydor Universal Music.

Intanto la prima canzone dell’album pubblicata qualche mese fa, “Solo”, ha già fatto il giro del mondo con partecipazioni tv in America, Polonia, Germania, Australia, Thailandia, Brasile.

23 anni, figlio del tenore italiano più amato al mondo, Matteo Bocelli è seguito dal prestigioso Maverick Management (lo stesso di Madonna e Paul McCartney) e ha chiuso il suo primo contratto discografico con la Capitol Records, la storica etichetta americana che ha nel suo roster nomi come Paul McCartney, Katy Perry e Norah Jones.

Il giovane artista, sempre più richiesto a livello internazionale, ha da subito attirato l’attenzione della stampa estera che ha accolto il suo primo singolo con grande entusiasmo.

Matteo ha iniziato a studiare pianoforte all’età di sei anni. Nonostante la già grande attenzione internazionale (è stato anche protagonista della campagna mondiale di Guess insieme a Jennifer Lopez), continua il suo percorso di studi ed è prossimo alla Laurea al Conservatorio di Lucca.

Il duetto in inglese/italiano “Fall on me”, che ha co-scritto per l’album “Sì” di Andrea Bocelli, è stato in cima alle classifiche di tutto il mondo, raggiungendo oltre 300 milioni di stream globali.

 

More Like This