Arte e spettacolo

“Fare cinema” … insieme!

“Fare cinema” … insieme!
Photo: Foto ICFFEzio Greggio, ospite d'onore dell'ICFF a Montréal

L’ICFF e il ruolo dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal. Omaggio a Bertolucci e ad Ezio Greggio

Siamo ai nastri di partenza. Dal 14 al 21 giugno Montréal, così come diverse altre città del Canada, saranno allegramente “invase”, in tutti i sensi, da una serie di film italiani recenti e dai loro protagonisti.

Ne abbiamo parlato con Francesco D’Arelli, direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Montréal, organismo che ha svolto un ruolo molto attivo nella programmazione del Festival del Cinema Italiano Contemporaneo (ICFF). Questo è il secondo anno – afferma – che il Festival si inserisce in una rassegna cinematografica che il Ministero degli Affari Esteri, quello per i Beni e le Attività Culturali, l’Anica, l’Istituto Luce e Cinecittà hanno lanciato per la promozione della cinematografia contemporanea italiana nel mondo, con il titolo di “Fare cinema”.

Ma cosa significa in realtà “Fare cinema?”

In genere – spiega – quando c’è una rassegna cinematografica si proiettano dei film e, al massimo, si parla del regista o degli attori principali. Questa volta, invece, l’idea è quella di mettere in evidenza tutta la grande famiglia che produce cinema, quindi non solo i registi ma tutti i cosiddetti “artigiani del cinema”, i montatori, i doppiatori, i costumisti, i fotografi, cioè tutte quelle persone che non si vedono ma che sono fondamentali per la realizzazione di un film. Inoltre, abbiamo cercato di dare una direzione più specifica all’ICFF per quanto riguarda il Québec.

Negli anni passati il Festival arrivava, scaricava il “vagone” dei film al Cinema Guzzo e in altri cinema senza una particolare logica. Abbiamo, invece, coinvolto nella programmazione la Cinemathéque Québécois che è l’istituzione cinematografica di conservazione e promozione più importante del Québec. Una programmazione, dunque, condivisa, decisa insieme per valorizzare anche i rapporti con le istituzioni locali. Ne è nata una proposta cinematografica di particolare rilevanza con pellicole di qualità spesso frutto del lavoro dei nuovi talenti cinematografici italiani.

A tale proposito voglio segnalare all’attenzione dei lettori un film molto particolare, “Il Primo Re”, di Matteo Rovere (17 giugno ore 21:00), uscito quest’anno nelle sale italiane la cui particolarità è che tutta la sceneggiatura e tutta la trama hanno un perfetto riscontro filologico. Il film, infatti, parla della nascita di Roma e tutto ciò che si vede sullo schermo, dall’ambientazione ai costumi, ai dialoghi – che sono niente di meno che in “proto-latino” – ha un vero riscontro storico perché la squadra che ha prodotto il film è stata coadiuvata da archeologi e da storici dell’antica Roma. Un lavoro di ricostruzione enorme, in più, girato interamente nella campagna laziale».

La locandina del film “Il Primo Re” di Matteo Rovere

 

Omaggio a Bertolucci, Greggio e … Leonardo da Vinci!

 

Con la proiezione del film “Il Confomista” di Bernardo Bertolucci, in programma venerdì 14 giugno alla Cinémathèque Québécoise si apre l’edizione 2019 del Festival del film italiano contemporaneo che porterà a Montréal diversi protagonisti del mondo del cinema.

Il grande regista italiano, scomparso un anno e mezzo fa, sarà ricordato anche sabato 15 giugno, alle ore 19:00, con la presentazione di ”Omaggio a Bertolucci” un documentario curato da Jacopo Quadri, montatore di tutti i suoi film sin dal 1998, che ha creato un’insuperabile raccolta di testimonianze di grandi personalità del cinema mondiale contemporaneo.

Segnaliamo poi il film “Un maresciallo in gondola” (domenica 16 giugno, alle ore 17:00, al Cinema Guzzo Lacordaire 16) interpretato da Ezio Greggio, ospite d’onore del Festival, che sarà presente alla proiezione: «Sono onorato – ha detto il noto attore, regista e presentatore televisivo – che il Festival abbia pensato di invitarmi e di premiarmi. Per me poi è particolarmente bello tornare in Canada! Parecchi anni fa ci passai un lungo periodo per girarci un film come attore e co-producer con il mitico e indimenticato Leslie Nielsen. Adoro questo Paese – ha aggiunto – il suo territorio sconfinato, la gente, i tanti italiani di origine che vi abitano. Ho tanti fan in questo Paese che grazie alle nuove tecnologie vedono le mie trasmissioni televisive e spesso mi scrivono. Sarà una grande occasione per abbracciarne e salutarne tanti».

Infine, una menzione particolare meritano“Dogman” di Matteo Garrone (domenica 16 giugno, ore 17:00), che ha ricevuto diversi premi tra cui quello assegnato a Marcello Fonte come migliore attore al Festival di Cannes dello scorso anno, e il cartone animato di Sergio Manfio“Leo da Vinci” (venerdì 21 giugno, ore 17:00 al Cinema Guzzo Lacordaire 16), voluto per sottolineare il 500mo anniversario della morte del grande artista del Rinascimento.

 

Info-festival

 

Per la programmazione completa dell’ICFF:

ABOUT MONTREAL

 

In occasione dell’ICFF si terranno anche incontri e seminari sul cinema presso l’Istituto Italiano di Cultura di Montréal. Info: https://iicmontreal.esteri.it/iic_montreal/it/