Arte e spettacolo

Albert Chiarandini in mostra a Montréal

Albert Chiarandini in mostra a Montréal
Photo: Foto da collezione di famigliaAlbert Chiarandini mentre ritrae un uomo di strada facente parte della serie Allan Garden del 1960

Francesca Sacerdoti   –   sacerdoti.francesca@gmail.com

L’11 settembre, presso il Centaur Theatre and Gallery, al 453 di rue Saint François Xavier, si terrà alle ore 17.00 il vernissage della mostra Summer of Love – 1967 – “If you can remember it you weren’t there!”. L’esibizione, che proseguirà fino al 13 ottobre 2019, mette in mostra una selezione di otto ritratti della serie degli Hippies di Yorkville, ed alcuni paesaggi opera del pittore Albert Chiarandini. Sarà presente all’inaugurazione il famoso drammaturgo David Fennario, amico del pittore, noto anche per il suo lavoro Balconville (1979).

L’ARTISTA

Chiarandini, emigrato dall’Italia nel 1932 all’età di 17 anni, ed originario della città di Udine, sicuramente rappresenta uno degli artisti più interessanti degli ultimi decenni. Nel 1967, Chiarandini si concentra sull’area di Yorkville, catturando l’essenza di un momento storico e di una generazione in transizione come sottolineato dalla curatrice Ewa Chwojko-Srawley. «Mio padre ha cominciato a disegnare e dipingere sin da quand’era molto giovane», racconta Joan Chiarandini Tadier, figlia del maestro e promotrice della mostra: «Mi raccontava che passava ogni domenica alla Galleria Civica di Udine a studiare i lavori dei grandi maestri che lo hanno ispirato».

LA MOSTRA

Joan ha spiegato l’idea alla base di questa esposizione preceduta nel 2015 da una serie di 5 esibizioni, tra cui Toronto ed Udine, per la celebrazione del 100esimo anniversario del padre, deceduto nel 2007: «Attraverso gli anni, sono rimasta in contatto con David Fennario, che conobbe mio padre negli anni Settanta. Dopo un po’ di tempo mi ha ricontattata. Ci sentivamo spesso. Un giorno gli ho detto: “Sai, dovremmo fare qualcosa insieme”. Fennario mi ha riscritto subito dicendomi “Sì, va bene!”.

Dovevamo trovare una location adatta, e dopo molte riflessioni – continua Joan – abbiamo pensato che il Centaur Theatre and Gallery fosse il posto più adatto visto che ha ospitato tante rappresentazioni del drammaturgo. David non era potuto venire all’esibizione a Toronto. Questa mostra, dunque, è unica, per la sua presenza e per questo legame che ci unisce».

Un’occasione da non perdere per celebrare il lavoro di un grande artista del nostro tempo.

Contattare il teatro per verificare gli orari di apertura al pubblico. http://www.centaurtheatre.com