Rubriche
16:44pm23 febbraio 2021 | mise à jour le: 23 febbraio 2021 à 16:44pmReading time: 4 minutes

Quali sono gli Uffici del Ministero degli Esteri a Montréal?

Quali sono gli Uffici del Ministero degli Esteri a Montréal?
Photo: Foto cortesiaUna veduta della sede dell'ICAO a Montréal

La Console Generale d’Italia risponde

 

Per rispondere dobbiamo innanzitutto fare riferimento alla normativa sull’“Ordinamento dell’Amministrazione degli affari esteri”: il D.P.R. n. 18/1967. Stabilisce che l’Amministrazione degli affari esteri è costituita dagli uffici centrali del Ministero degli Affari Esteri (“La Farnesina”, dal nome del Palazzo dove ha sede, a Roma) e dagli Uffici all’estero (ex art. 2).

All’art. 30, descrive la tripartizione delle articolazioni ministeriali fuori dai confini nazionali: “gli uffici all’estero comprendono: le rappresentanze diplomatiche, che si distinguono in Ambasciate e Legazioni (…) e in rappresentanze permanenti presso Enti o Organizzazioni internazionali; gli uffici consolari, che si distinguono in uffici consolari di I e di II categoria; gli istituti italiani di cultura (…)”.

 

Come si declina questo qui a Montréal?

Nel descrivere la situazione a Montréal guarderemo anche, per la necessaria completezza del quadro, all’intero Canada. Abbiamo appena visto che secondo l’ordinamento giuridico italiano le rappresentanze diplomatiche si distinguono in Ambasciate e Rappresentanze Permanenti presso le Organizzazioni Internazionali. Sappiamo che le Ambasciate si trovano nella capitale del Paese estero e sono responsabili del più ampio spettro delle relazioni bilaterali tra due Stati: Italia e Canada, nel nostro caso. L’Ambasciata d’Italia si trova ad Ottawa ed ha, al suo interno, anche un’articolazione consolare che, in gergo diplomatico, è definita “Cancelleria Consolare”. Nella rete consolare italiana pancanadese si contano, inoltre: il Consolato Generale qui a Montréal, quello a Vancouver e quello di “Prima Classe” a Toronto. Questi sono uffici consolari di I categoria, retti cioè da funzionari/e della carriera diplomatica italiana. Della rete fanno parte anche una serie di uffici consolari di II categoria, ai quali sono invece preposti funzionari onorari (art. 42 del citato D.P.R.). Ricorderete che avevamo analizzato la circoscrizione consolare e la giurisdizione nonché fatto cenno alla rete di consoli onorari e corrispondenti consolari che a noi fa riferimento, proprio su queste colonne, il 6 agosto 2020. Potete ritrovare quell’approfondimento anche nella versione on line de Il Corriere Italiano, a cui rimando.

Qui a Montréal, oltre al Consolato Generale e opera l’Istituto Italiano di Cultura – il braccio di promozione e proiezione culturale del Consolato Generale – diretto da un Direttore, nonché una rappresentanza diplomatica, da me diretta: la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’ICAO.

 

Cos’è una Rappresentanza Permanente?

Una Rappresentanza Permanente, secondo la dizione italiana, o secondo la terminologia della Convenzione di Vienna del 1975 sulla rappresentanza degli Stati nelle relazioni con le organizzazioni internazionali di carattere universale (sebbene non entrata in vigore, né firmata/ratificata dall’Italia) una ‘Missione Permanente’ è “una missione di natura permanente avente carattere rappresentativo dello Stato, inviata da uno Stato Membro di un’Organizzazione Internazionale presso l’Organizzazione”. Si tratta quindi dell’organo diplomatico che lo Stato Membro di un’Organizzazione internazionale istituisce presso l’Organizzazione stessa, per mantenervi relazioni assidue, permanenti appunto, onde partecipare ai vari compiti che questo tipo di diplomazia “multilaterale” implica. Il tutto sempre a protezione, tutela e promozione degli interessi nazionali. Si tratta insomma, per intenderci, di una sorta di “Ambasciata” presso un’Organizzazione Intergovernativa.

Cosa si intende per Organizzazione Internazionale?

È un’associazione di Stati, dotata di propri organi, volta al perseguimento di fini ed obiettivi comuni. La sua istituzione è prevista da un accordo, comunemente definito ‘trattato istitutivo’. Ha personalità giuridica. È uno dei soggetti di diritto internazionale. Lo scopo primario di un’Organizzazione Intergovernativa ne delinea il carattere, che può essere di natura politica (ed es. l’ONU), umanitaria (ad es. l’UNICEF, l’OIM), militare (ad es. la NATO), o tecnica, come l’ICAO stessa o le altre Agenzie specializzate delle Nazioni Unite qui enumerate secondo le sigle in inglese: FAO, IFAD, ILO, IMF, IMO, ITU, UNESCO, UNIDO, UNWTO, UPU, WHO, WIPO, WMO, World Bank Group (l’IBRD, IDA, IFC).

Che cosa è e cosa fa l’ICAO?

L’ICAO (OACI nella sigla in francese) sta per International Civil Aviation Organisation ossia Organizzazione dell’Aviazione Civile Internazionale. Abbiamo visto trattarsi di una delle agenzie specializzate delle Nazioni Unite. Essa disciplina e promuove la cooperazione internazionale nell’ambito, tecnico, dell’aviazione civile. Nata con la Convenzione sull’Aviazione Civile Internazionale, nota anche come Convenzione di Chicago del 7 dicembre del 1944, ha sede permanente a Montréal.

Vi aspetto al prossimo approfondimento.

La vostra Console Generale e Rappresentante Permanente d’Italia all’ICAO,

Silvia Costantini