Rubriche
14:27pm21 dicembre 2021 | mise à jour le: 21 dicembre 2021 à 14:27pmReading time: 5 minutes

Il messaggio e gli auguri della Console Generale

Il messaggio e gli auguri della Console Generale
Photo: Foto cortesiaSilvia Costantini, Console Generale d’Italia a Montréal

Care concittadine e cari concittadini, care e cari quebecchesi e canadesi di origine italiana, amiche e amici dell’Italia, lettrici e lettori del Corriere Italiano,

ci apprestiamo a trascorrere un periodo festivo ancora un po’ insolito, ma decisamente migliore rispetto a quello scorso. La campagna vaccinale, che continua spedita tanto in Canada quanto in Italia ed è già arrivata alla terza dose, ci ha permesso di tornare ad un grado di libertà che a Natale 2020 sembrava lontano. Siamo riusciti/e collettivamente ad ottenere questo traguardo, perché, insieme, ci siamo difesi dal subdolo virus, condividendo quei valori di solidarietà e rispetto che da sempre caratterizzano la nostra straordinaria comunità.

Tuttavia, l’appello che mi sento di rivolgervi è: prudenza. Continuiamo a fare – ciascuno/a in prima persona – la propria parte, adottando i comportamenti suggeriti, ormai divenuti quotidiani: mascherine, igiene, distanziamento sociale. Non abbassiamo la guardia. È l’unico modo per evitare di dover ritornare a situazioni di ulteriori restrizioni. Continuiamo ad attenerci alle linee guida dettate dalle autorità sanitarie e alle norme introdotte dai governi, nazionali o locali, siano esse legate alle certificazioni vaccinali, ai tamponi anti-COVID o alle misure di quarantena.

Oggi, abbiamo la possibilità di tornare a svolgere le riunioni in presenza, di poter condividere gli spazi di lavoro, di studio, di gioco e collaborare fisicamente, riprendendo molte nostre attività e tornando a sorridere insieme, seppur dietro una mascherina, simbolo di protezione verso gli altri e verso noi stessi.

Il 2021 è stato l’anno del riscatto dell’Italia. Quante vittorie, piccole e grandi ha inanellato quest’anno il nostro amato Paese, nei più svariati campi e settori, inclusi musica, sport e scienza. Le vittorie all’Eurovision Song Contest dei Måneskin, agli Europei di calcio, lo strabiliante medagliere delle Olimpiadi di Tokyo, il premio Nobel per la Fisica, ci hanno inorgoglito.

Il 2021 e la conquistata “nuova normalità” hanno consentito anche al Consolato Generale d’Italia a Montréal e alla comunità italiana in Québec di tornare a svolgere alcune delle attività in presenza. Altre hanno continuato ad essere tenute in modalità virtuale o ibrida, “phygital”. Ripercorriamo insieme le tappe principali di questo 2021.

Sul versante culturale, abbiamo avuto il piacere di proporre svariati eventi. Grazie al nostro ausilio, molti musei, teatri e spazi pubblici hanno celebrato l’Italia in presenza. L’Opéra de Québec” ha aperto la stagione 2021-2022 mettendo in scena l’Elisir d’Amore di Donizetti. In “Montréal à l’Italienne”, il Museo di Archeologia e di Storia di Pointe-à-Callière ha mostrato alcune sfaccettature, meno conosciute, dell’impronta dell’immigrazione italiana su questa straordinaria metropoli. Il Museo della Civiltà di Ville de Québec ha ospitato la mostra Pompei – Cité Immortelle,  che narra la quotidianità nell’antica città, distrutta dall’eruzione del Vesuvio nel 79, consentendo a chi non ha mai visitato Pompei di immergersi, anche solo per qualche ora, nelle radici millenarie della nostra cultura.

La limitata riconquista di una certa “normalità” ci ha permesso di svolgere anche alcune attività di promozione in presenza fisica. Grazie a Casa Artusi, la sesta Settimana della Cucina Italiana nel Mondo ha messo in risalto l’eccellenza della nostra arte culinaria e dei nostri ineguagliati ed ineguagliabili prodotti.

La ventunesima Settimana della Lingua Italiana nel Mondo ha celebrato “Dante, l’italiano”, in occasione del settimo centenario dalla morte del Sommo Poeta, mentre la mostra  “Divina Dalì”  al Porto di Montréal lo ha celebrato con 101 opere del maestro surrealista spagnolo, che traducono in immagini l’universo narrato da Dante nella Divina Commedia.

Attraverso un caleidoscopio di attività a servizio del Paese, nel 2021 abbiamo promosso le varie declinazioni del “vivere all’italiana”, che tutto il mondo ammira ed ama, soprattutto in questa porzione del Canada. Anche le antenne di ICI Television hanno settimanalmente celebrato il vivere all’italiana, nel quadro del programma “Vivere Bene”, dipanando uno story telling che ha dimostrato, attraverso testimonianze concrete, che vivere all’italiana, significa, in definitiva, vivere bene.

Sul versante interno, in Consolato Generale e alla Rappresentanza Permanente d’Italia all’ICAO abbiamo continuato a lavorare per migliorare, ogni giorno, la qualità dei servizi offerti alla nostra splendida collettività e consolidare la nostra presenza all’ICAO. Tanti sono stati i risultati positivi ottenuti. Cito solo il più recente: il buon esito delle elezioni per il rinnovo del Com.It.Es. Montréal è risultata la sede MAECI in Canada che ha registrato la più ampia partecipazione elettorale. Un risultato che parla da solo e che ci dimostra quanto qui la nostra collettività sia vicina all’Italia, e al suo Consolato Generale e viceversa.

Con un questo sentimento di forte vicinanza, anche a nome delle due Squadre che mi affiancano, estendo a ciascuno/a di voi – 400.000 italiani/e e italo-canadesi che risiedete in Québec e nelle Province Atlantiche – i nostri più sentiti auguri di Buon Natale, con l’auspicio che il 2022 sia un anno più stabile, sereno e gioioso.

Ad maiora, semper.

La vostra Console Generale e Rappresentante Permanente d’Italia presso l’ICAO Silvia Costantini

 

 

More Like This