Rubriche
14:17pm19 gennaio 2023 | mise à jour le: 19 gennaio 2023 à 14:17pmReading time: 2 minutes

Turismo delle radici: Argegno, tra Medioevo e pescatori sul lago di Como

Turismo delle radici: Argegno, tra Medioevo e pescatori sul lago di Como
Photo: NoveColonneATGUna veduta di Argegno

(NoveColonneATG) Como – Sono diverse le piccole perle nascoste sulle coste del lago di Como. Una di queste risponde al nome di Argegno: si tratta di un piccolo borgo conosciuto sia come luogo di villeggiatura che come zona di passaggio. Argegno, infatti, si trova proprio sulla strada che collega il lago di Como con il lago di Lugano. Passeggiando per le vie di questo centro si può respirare l’aria tipica dei piccoli borghi di villeggiatura, conosciuti ma mai preda del turismo selvatico: chi viene in questi luoghi cerca un turismo diverso, fatto di relax, tradizioni e tempi distesi, lontani sia dall’euforia delle città, sia dal caos di alcune mete più inflazionate.

Nato come villaggio di pescatori, Argegno si è man mano trasformata per accogliere i turisti, pur senza rinunciare alle sue tradizioni, specialmente quelle culinarie. Questo è infatti il borgo per eccellenza in cui provare diversi piatti di pesce appena pescato, magari godendo proprio della meravigliosa vista che Argegno può offrire sul lago di Como. Sono diversi anche i punti da visitare all’interno dell’abitato: primo tra tutti il ponte di origine medievale che collega le due parti del comune, attraversato da un corso d’acqua e particolarmente suggestivo specialmente la sera.

Sempre sul corso d’acqua si trovano anche le diverse case a strapiombo sul fiume, che contribuiscono a rendere l’ambiente ancora più interessante. Da visitare assolutamente è poi la Chiesa parrocchiale della Santissima Trinità: si tratta di un edificio del XX secolo, costruito in stile neoromanico-neogotico, sulla base di una parrocchia preesistente. La chiesa si distingue sia per la sua facciata a capanna, con il suo rosone a vetri arricchito da figure dei santi, e i vari mosaici rappresentanti i quattro evangelisti e un giovane Gesù. Un interessante mosaico si trova anche all’interno della chiesa, e rappresenta la Trinità; sempre dentro l’edificio si trovano anche diverse sculture richiamanti figure religiose.

COME ARRIVARE: Da Como basta percorrere la SS340 per circa 20 chilometri, in auto o attraverso uno degli autobus che percorrono la tratta.

ALTRI LUOGHI DA VISITARE: Argegno è il punto di partenza per chi vuole raggiungere Pigra, un grazioso paese raggiungibile grazie ad una funicolare che collega i due centri.

http://www.comune.argegno.co.it/hh/index.php

 

More Like This