Rubriche
16:13pm29 gennaio 2020 | mise à jour le: 29 gennaio 2020 à 16:13pm

Quanti milioni per combattere?

Quanti milioni per combattere?
Photo: Foto F. IntravaiaRita Amabili

“Le Riflessioni” di Rita Amabili

Ho voglia di primavera. In questo inverno glaciale, desidero ardentemente scoprire infine l’ombra di un bocciolo. La considererei come una promessa, come una prova che possa ancora esserci tempo mite nel nostro paese gelato da un estremo all’altro.

Aspiro anche alla pace. A forza di sentir parlare di terrorismo, di combattimenti, di sovversione, di guerre, di lutti, di azioni militari, di complotti, ho voglia di quiete e di serenità.

E penso ancora una volta ai bambini. Nel Québec, alcuni di loro vivono in abitazioni piene di muffe e di scarafaggi. Dove abitano, il vento s’infila sotto le porte mal isolate e attraverso le finestre rotte.

In Siria, ai bambini manca il cibo, la protezione, le cure mediche. Trasferiti, diventano ogni giorno prede facili e vulnerabili.

Nello Sri Lanka i combattimenti durano da decenni. I bambini si sposano prima dei diciotto anni, sono sfruttati sessualmente o forzati a diventare soldati … ne sentiamo talmente parlare che ci si deve quasi distogliere, chiudere le orecchie e proteggere il cuore per continuare a vivere “normalmente”.

È curioso, spesso mi domando che cosa sia “normale”. Sul paese della terra, ritengo che siamo un unico popolo e non posso rassegnarmi a sentir parlare di milioni sprecati per uccidere mentre una parte della nazione stenta a sopravvivere.

Benché io sia un’adulta, sogno sempre un mondo senza violenza in cui i più diseredati possano trovare un sostegno altruista e autentico. Peccato che questo universo sia sempre più violento, non trovate?

Aspiro a un rinnovamento. In questo inverno glaciale, austero, desidero ardentemente scoprire finalmente l’ombra di una metamorfosi. La considererei come una possibilità, un impegno umano perché finalmente si stia bene sul nostro pianeta gelato da un estremo all’altro.

E che un giorno nasca la pace.

rita.amabili@sympatico.ca  /  www.ritaamabili.com