Rubriche
19:15pm19 maggio 2020 | mise à jour le: 19 maggio 2020 à 19:15pm

I cento anni del Gruppo dei Sette

I cento anni del Gruppo dei Sette
Photo: McMichael Canadian Art Collection, Kleinburg, Dono del Colonnello R.S. MacLaughlin, 1968"Algoma Waterfall" di J.E.H. MacDonald, 1920, olio su tela, 76.3 x 88.5 cm (30 x 35 in).

di Gian Carlo Biferali  –  info@biferalifineart.com

Anche se in un mio precedente articolo del 2017 parlai già del famoso “Gruppo dei Sette”, non sarebbe molto gentile da parte mia passare sotto silenzio una data molto importante per la storia dell’arte canadese. Proprio in questo mese ricorre il centenario della nascita di questo Gruppo.

Infatti fu nel mese di maggio, esattamente dal 7 al 27 del 1920, che ebbe luogo, all’Art Gallery of Toronto (ora chiamata Art Gallery of Ontario) la prima esposizione del Gruppo. Il Gruppo dei Sette composto da pittori paesaggisti canadesi fu attivo dal 1920 al 1933. Ecco un breve ritratto dei suoi fondatori.

 

Franklin Carmichael (1890-1945)

È nato ad Orillia in Ontario. Giovanissimo ha lavorato nella bottega di suo padre, decoratore di carrozze, dove praticò il disegno e la colorazione. All’età di vent’anni il suo interesse per l’arte lo portò a Toronto, dove studiò arte alla Central Technical School e all’Ontario College of Art e dove conobbe gli altri membri del Gruppo. Eccellente acquerellista, Carmichael era il più giovane del gruppo originale dei sette.

Lawren Harris (1885-1970)

Nato a Brantford, nell’Ontario, ed erede della fortuna di Massey-Harris ebbe una gioventù alquanto previlegiata e ciò gli permise di frequentare la Central Technical School e il St. Andrew’s College e di andare nel 1904 a studiare a Berlino. Dopo aver fatto amicizia con J. E. H. MacDonald nel 1911 e aver fondato il Gruppo, finanziò la costruzione di uno studio a Toronto con il dottor James MacCallum (1860–1943). Lo studio fornì agli artisti uno spazio economico o addirittura gratuito. Nel corso degli anni 20, le opere di Harris divennero sempre più astratte e semplificate, in particolare i suoi aspri paesaggi del nord canadese e dell’Artico.

Alexander Young Jackson (1882-1974)

L’unico quebecchese del Gruppo naque a Montréal. Dopo che suo padre abbandonò la famiglia, Jackson andò a lavorare presso una compagnia litografica ove inziò la sua formazione artistica. Finito di lavorare si recava al Monument-National di Montréal per prendere lezioni. Dopo essersi recato in Europa tornò in Nord America e si stabilì a Chicago ove entrò a far parte di uno studio d’arte commerciale e seguì dei corsi all’Art Institute of Chicago. Più tardi si recò in Francia e si iscrisse all’Accademia Julian di Parigi dove studiò con il pittore-scultore Jean-Paul Laurens (1838-1921) uno dei maggiori esponenti dello stile dell’Accademia francese.

Frank (Franz) Johnston (1888-1949)

Nativo di Toronto ha lavorato, come alcuni altri membri del Gruppo, presso la Grip Engraving Co. in qualità d’artista commerciale. Nel 1904, per circa 5 anni, si trasferi in Germania per studi. Nel 1910 si recò a Filadelfia per studiare arte e lavorò poi a New York come disegnatore commerciale. Pur essendo uno dei membri fondatori del Gruppo, Johnston non rimase molto tempo con loro perché nel 1921 si trasferì a Winnipeg dove fu nominato direttore della scuola d’arte. Nei suoi primi viaggi in Algoma dipinse paesaggi a carattere decorativo ma negli anni seguenti i suoi dipinti divennero più realisti. Durante la sua carriera, Johnston ha realizzato più di 250 opere.

Arthur Lismer (1885-1969)

Nato a Sheffield, Yorkshire, Inghilterra, a 13 anni iniziò a lavorare in una impresa di fotoincisioni. Dopo aver ricevuto una borsa di studio prese delle lezioni serali presso la Sheffield School of Arts dove studiò fino al 1905, anno in cui si trasferì in Belgio per seguire dei corsi d’arte all’Academie Royale. Nel 1911 emigrò in Canada e iniziò a lavorare con la Grip Engraving Ltd. Lo stile di Arthur Lismer fu maggiormente influenzato dalla scuola di Barbizon (1830-1870)e dal post-impressionismo (1886-1905). Nel 1919 divenne direttore artistico della Hart House Theatre. Lismer creò uno dei programmi d’arte per bambini di maggior successo in Nord America. Nel 1936, istituì programmi scolastici in Sudafrica. Promotore attivo del gruppo dei sette scrisse numerosi articoli sull’arte canadese.

James Edward Harvey MacDonald (1873-1932)

All’età di 14 anni emigrò in Canada dalla sua città natale, Durham, Inghilterra. Dopo aver completato i suoi studi d’arte nelle città di Hamilton e Toronto, cominciò, nel 1885, a lavorare alla Grip dove divenne direttore artistico e dove incontrò alcuni membri del Gruppo dei Sette. Nel 1918, fece un viaggio in Algoma e dipinse la sua opera più famosa “Algoma Waterfall”. Nel 1922, MacDonald tornò a lavorare come insegnante presso l’Ontario College of Art. Durante le sue estati, si recava ogni anno, fino al 1930, sul lago O’Hara per dipingere. Morì nel 1932 a causa di un infarto.

 

Frederick Horsman Varley (1881-1969)

Come Arthur Lismer, nacque a Sheffield, in Inghilterra. Iniziò a studiare arte nella sua città natale. Completò gli studi all’Accademia Reale delle Belle arti di Anversa, Belgio. Emigrò in Canada nel 1912 su consiglio di Lismer e trovò lavoro presso lo studio Grip Ltd. a Toronto. Dopo aver prestato servizio come artista ufficiale di guerra durante la prima guerra mondiale, divenne sempre più interessato a dipingere la figura umana. Il paesaggio, tuttavia, ha continuato ad affascinarlo come soggetto artistico. Nel 1945 tornò a Toronto, dove rimase per il resto della sua vita. Varley è sepolto a fianco di altri membri degli “Original Seven” nel parco della McMichael Canadian Art Collection a Kleinburg, in Ontario.