Rubriche
16:35pm23 giugno 2020 | mise à jour le: 23 giugno 2020 à 16:35pmReading time: 3 minutes

Come ci si iscrive all’Università o alle istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) in Italia? Che ruolo ha il Consolato Generale d’Italia in materia?

Come ci si iscrive all’Università o alle istituzioni di Alta Formazione Artistica e Musicale (AFAM) in Italia? Che ruolo ha il Consolato Generale d’Italia in materia?
Lo sportello Uni-Italia

La Console Generale risponde

Quando studenti o studentesse mi rivolgono queste domande a mia volta io pongo loro un paio di quesiti. Stai valutando le opzioni sul mercato internazionale per l’iscrizione a un corso di formazione superiore per il prossimo anno accademico?

Ti interessano: eccellenza, professionalità, opportunità d’avanguardia per il mercato del lavoro, ma anche flessibilità, borse di studio e fellowships nonché un’impareggiabile qualità della vita e degli studi? Allora il mio suggerimento è semplicissimo: la prossima destinazione per i tuoi studi è senza dubbio l’Italia. Non hai che l’imbarazzo della scelta visto che nello Stivale ci sono 100 Università che offrono oltre 160 Corsi di Laurea in tre macro aree disciplinari (Sanitaria, Scientifico-Tecnologica e Umanistico-Sociale) ma anche 145 enti del sistema AFAM italiano che – ci rammenta il Ministero dell’Università e della Ricerca (MUR) – “è costituito dai Conservatori statali, dalle Accademie di Belle Arti (statali e non statali), dagli Istituti musicali ex pareggiati promossi dagli enti locali, dalle Accademie statali di Danza e di Arte Drammatica, dagli Istituti Statali Superiori per le Industrie Artistiche, nonché da ulteriori istituzioni private autorizzate dal Ministero al rilascio di titoli aventi valore legale”.

Silvia Costantini

Si tratta di enti che per la natura stessa del patrimonio artistico-culturale italiano rappresentano livelli assoluti di eccellenza per la molteplicità e l’unicità dell’offerta. Il link ministeriale https://www.miur.gov.it/istituzioni-afam-riconosciute ti consentirà di accedere a utili informazioni sulle istituzioni AFAM riconosciute.

Non dimentichiamo, infatti, che l’Italia occupa solo poco più dello 0,5 della superficie terrestre e ne ospita poco più dello 0,8 della popolazione ma detiene il 70% del patrimonio artistico mondiale. Dati che confermano l’assoluta primazia del sistema di istruzione secondaria italiano, specie in ambito AFAM, a livello globale.

 

Uni-Italia

La domanda successiva in questo scambio solitamente che mi viene poi rivolta è… ma Console Generale, come posso avere accesso all’informazione su questi corsi di formazione superiore italiana e dove mi posso iscrivere?

Altrettanto solitamente rispondo: facilissimo! Puoi effettuare un’iscrizione agevolata tramite il portale dell’Associazione Uni-Italia operativo presso il Ministero degli Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI).

Al quesito successivo: come devo fare esattamente? La mia risposta è, di nuovo, facilissima: visita la pagina creata proprio per te dall’Associazione Uni-Italia: https://www.uni-italia.net/registration-form. La registration form ti permetterà di iscriverti, indicando l’istituzione e il corso di tuo interesse, ricevere assistenza e informazioni utili nelle successive fasi di ingresso, immatricolazione e permanenza in Italia.

Uni-Italia è infatti una piattaforma a sostegno di studenti e studentesse internazionali che decidono di studiare nel Bel Paese. Mette in rete quanto di rispettiva competenza dei vari dicasteri competenti sulla materia: Ministero della Università e Ricerca (MUR), Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e Ministero dell’Interno. E lo fa in ogni singola fase della procedura di accesso alla formazione superiore italiana. Se, dopo aver consultato il sito Uni-Italia hai ancora delle domande: non esitare a scrivere alla Sezione “Scuola” del Consolato Generale d’Italia all’indirizzo: montreal.scuola@esteri.it, oppure telefona: +1 514-849-8351 (int. 234). E…ricorda: l’Italia ti aspetta a braccia aperte!

Care lettrici e cari lettori: continuate a seguirci e non esitate a mandare le vostre domande o proposte di argomenti da trattare nella rubrica “La Console Generale d’Italia risponde”, alla redazione del Corriere Italiano: fintravaia@metromedia.ca, che ce le farà pervenire. La mia Squadra ed io saremo felici di occuparcene in una puntata futura.

Vi aspetto alla prossima pillola informativa

Con molti cordiali saluti,

La vostra Console Generale,

Silvia Costantini