Cultura
18:28pm20 gennaio 2022 | mise à jour le: 20 gennaio 2022 à 18:34pmReading time: 3 minutes

Dottorato Honoris Causa della Sapienza ad Anthony Fauci

Dottorato Honoris Causa della Sapienza ad Anthony Fauci
Photo: NoveColonneIl dottor Anthony Fauci con il diploma di Dottorato Honoris Causa della Sapienza

(NoveColonneATG) Roma – “Non so come esprimere quanto sono onorato di ricevere un Dottorato di ricerca honoris causa dall’università La Sapienza”.

Sono le parole di Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), ideatore del President’s Emergency Plan for AIDS Relief (PEPFAR) e consulente scientifico di sette presidenti degli Stati Uniti, intervenuto il 13 gennaio in videoconferenza durante la cerimonia in Sala Senato dell’Università La Sapienza di Roma che gli ha conferito il Dottorato di ricerca honoris causa in “Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences”.

“Sono un italiano di seconda generazione e la mia famiglia – ha detto Fauci – proviene dall’Italia, e tra le tante onorificenze che ho ricevuto questa è tra le più ricche di significato, perché se i miei nonni e i miei genitori fossero vivi oggi sarebbero davvero fieri”. Fauci, infatti, nato da una famiglia di origini italiane, è figlio di Stephen A. Fauci ed Eugenia L. Abys, che possedevano una farmacia. I suoi nonni paterni, Antonino Fauci e Calogera Guardino, erano di Sciacca, in provincia di Agrigento. Sua nonna materna, Raffaella Trematerra, proveniva da Napoli, mentre suo nonno materno, Giovanni Abys, nacque ad Atripalda (AV).

“Un esempio di eccellenza e dedizione nei campi delle malattie trasmissibili”, secondo la rettrice Antonella Polimeni, che ha introdotto l’evento.

Soddisfatto anche Thomas Smitham, incaricato d’Affari ad interim presso l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia, che ha sottolineato l’importanza del contributo nel campo della salute pubblica di Anthony Fauci.

Ad intervenire, durante la cerimonia, anche Carlo Della Rocca, preside della Facoltà di Farmacia e medicina dell’università La Sapienza, e Stefano D’Amelio, coordinatore del Dottorato di ricerca in “Advances in infectious diseases, microbiology, legal medicine and public health sciences”, i quali hanno ricordato la carriera del dott. Fauci e i suoi meriti scientifici.

Il riconoscimento, nello specifico, è stato assegnato per il ruolo fondamentale di Fauci nello studio delle malattie infettive e immunomediate, con particolare riguardo ai primi studi pionieristici sulle infezioni da HIV, alla messa a punto di misure di contenimento della trasmissione e di terapie efficaci contro l’AIDS.

Inoltre, Fauci è stato l’ideatore del President’s Emergency Plan for AIDS Relief (PEPFAR), che ha contribuito a contenere la diffusione e la mortalità in paesi svantaggiati. I risultati della sua attività di ricerca lo rendono tra i più influenti scienziati al mondo, con 1170 lavori indicizzati su Scopus e un H-index pari a 182.

 

More Like This