Cultura
16:01pm4 marzo 2020 | mise à jour le: 4 marzo 2020 à 16:01pmReading time: 3 minutes

Imparare l’italiano fin da piccoli

Imparare l’italiano fin da piccoli
Photo: Foto F. IntravaiaLa Console Generale Silvia Costantini insieme al comitato dell'AICWI, al presidente del PICAI Piero Iannuzzi e ai genitori

La consegna delle borse di studio AICWI-PICAI

Sabato 22 febbraio, l’Associazione Italo-Canadese del West-Island (AICWI), guidata dal suo presidente Egidio Vincelli, ha assegnato 12 borse di studio ad altrettanti giovanissimi studenti del PICAI che frequentano i corsi di italiano presso la scuola Polyvalente des Sources, a Dollard-des-Ormeaux.

Le borse di studio sono state consegnate agli alunni dalla Console Generale d’Italia a Montréal Silvia Costantini, accompagnata dalla nuova dirigente scolastica del consolato, signora Adriana Grispo, alla presenza del direttore del PICAI Piero Iannuzzi, della direttrice della scuola Loredana Guarino, di alcuni genitori dei bambini e dei membri del comitato dell’Associazione.

«Oggi siamo qui – ha spiegato il presidente dell’AICWI Egidio Vincelli – per incoraggiare lo studio e le scuole d’italiano, in questo caso particolare, gli studenti e le scuole del PICAI.

Contrariamente a quanto è stato fatto in passato, questa volta abbiamo deciso di offrire delle borse di studio non a studenti universitari bensì agli alunni più piccoli, quelli dalle materne, delle elementari e delle medie. Sono 12 borse di studio, del valore di 220$ l’una che, grazie anche al sostegno di alcuni sponsor come ”Dignité” e ”Le Repos Saint-François”, permetteranno ai genitori di questi bambini di poter pagare l’iscrizione ai corsi del PICAI per il prossimo anno scolastico 2020-21.

 

Abbiamo aperto una nuova porta che non avevamo mai pensato di aprire in precedenza. Speriamo – ha aggiunto – che questo gesto diventi una bella abitudine. Il nostro obiettivo è di aiutare e sostenere il più possibile lo studio della lingua e della cultura italiana. Se iniziamo a farlo fin da quando sono piccolissimi abbiamo delle buone possibilità che i bambini crescano con una buona conoscenza dell’italiano. Abbiamo scelto la Polyvalente Des Sources perché è quella che si trova nella nostra zona, il West-Island, e le selezioni per ottenere le borse sono state fatte dalla direttrice della scuola e dagli insegnanti in base al merito e al reddito delle famiglie».

Insieme alle borse di studio i bambini hanno ricevuto anche la tessera di socio dell’AICWI, un modo per avvicinarli, con le loro famiglie, alle attività dell’Associazione e per stimolarne il ”futuro”.

 

L’Italia … unita!

«Molti sanno – ha detto la Console Generale Silvia Costantini, dopo aver consegnato le borse di studio ai bambini – che ho una grande ammirazione per l’AICWI perché questa è l’unica associazione delle oltre 200 che abbiamo censito che non è di origine regionale ma territoriale. West Island mette insieme tutti gli italiani di origini diverse, dal Friuli alla Sicilia, dalla Calabria alla Val D’Aosta, questo è ciò che sarà il futuro della comunità italiana. Quindi faccio i miei complimenti al comitato per questa bella iniziativa e un appello ai genitori affinché si impegnino a svolgere un ruolo attivo nelle scuole perché i vostri bambini sono il vostro presente e il vostro futuro ma anche il nostro, quello della comuntà italiana!».

 

Gli studenti che hanno ottenuto le borse di studio

I bambini che hanno ottenuto la borsa di studio

Vanessa Conti (materna)

Mickela Lily Rolli (1a elementare)

Sofia Venditelli (2a elementare)

Kaya Karanwal (3a elementare)

Marco Guaiani (3a elementare)

Logan Pesce (3a elementare)

Sofia Rabbouh (3a elementare)

Stefano D’Altorio (5a elementare)

Thomas Martino (5a elementare)

Stefan Ekiridzo (2a media)

Rosalie Nehme (2a media)

Dario Ioffredi (3a media)