Calcio
14:41pm27 ottobre 2020 | mise à jour le: 27 ottobre 2020 à 14:41pmReading time: 3 minutes

Milan-Roma 3-3, pari tra gol e spettacolo

Milan-Roma 3-3, pari tra gol e spettacolo
Photo: AnsaIl gol di testa di Dzeko contro il Milan

Adnkronos – Milan e Roma pareggiano 3-3, sotto la pioggia battente di San Siro, il posticipo della quinta giornata di Serie A. Partita vibrante e spettacolare dove i rossoneri vanno tre volte in vantaggio, ma vengono sempre raggiunti dai giallorossi mai domi. La squadra di Pioli resta al comando in classifica con 13 punti, 2 in più di Napoli e Sassuolo ma manca la quinta vittoria di fila e la prima fuga del campionato. I capitolini non sfigurano di fronte alla capolista e conquistano un punto meritato che li fa salire all’ottavo posto con 8 punti agganciando il Verona.

Di Ibrahimovic al 2′, Saelemaekers al 47′ e ancora Ibrahimovic al 79′ su rigore i gol dei padroni di casa; Dzeko al 14′, Veretout al 71′ dagli 11 metri e Kumbulla all’84 firmano le reti degli ospiti.

Nemmeno il tempo di iniziare e il Milan passa in vantaggio al primo possesso. Leao converge verso il centro da sinistra e pennella una palla deliziosa per Ibrahimovic che tutto solo non fa altro che appoggiare in rete a tu per tu con Mirante. Al 14′ la Roma trova il pari, angolo dalla sinistra di Pellegrini, uscita a vuoto di Tatarusanu, Dzeko si fa trovare pronto e di testa mette dentro l’1-1.

Dopo il botta e risposta nel primo quarto d’ora la partita resta piacevole e giocata a viso aperto. Al 26′ Calhanoglu in area controlla spalle alla porta, serve all’indietro Hernandez il cui sinistro rasoterra, leggermente deviato da un difensore giallorosso, termina di poco a lato alla sinistra di Mirante. Alla mezz’ora i rossoneri prendono il palo con un colpo di testa di Kjaer su un corner da sinistra. Qualche minuto più tardi pericoloso Pellegrini con un destro dal limite dell’area sul quale si riscatta Tatarusanu respingendo la minaccia. L’ultima opportunità della prima frazione è per Calhanoglu su punizione: conclusione potente del turco e grande risposta di Mirante.

In avvio di ripresa i padroni di casa tornano in vantaggio, devastante percussione di Leao che va via a Karsdorp sulla sinistra, centra in mezzo rasoterra per Saelemaekers che d’interno destro insacca il pallone a fil di palo alla destra di Mirante. All’8′ vicina alla replica la squadra di Fonseca con una veloce ripartenza rifinita da Mkhitaryan che crossa per l’accorrente Dzeko: destro in corsa che termina di poco oltre la traversa. Il pareggio arriva al 26′ su un rigore, molto contestato dai rossoneri, per un fallo dubbio di Bennacer su Pedro in area. Dagli 11 metri Veretout batte Tatarusanu.

Al 34′ Giacomelli concede un nuovo rigore altrettanto dubbio, che sa di compensazione, questa volta al Milan per un fallo di Mancini su Calhanoglu. Esecuzione perfetta di Ibra che spiazza Mirante per il 3-2.

I capitolini non mollano e raggiungono il pari al 39′: sull’angolo dalla sinistra di Veretout, Ibrahimovic non riesce a rinviare, svirgola il pallone che arriva sul secondo palo a Kumbulla che in scivolata anticipa Castillejo e insacca. Prima dei titoli di coda da segnalare una grande parata di Mirante al 44′ su un colpo di testa di Kessié e un altro colpo di testa di Romagnoli al 49′ a botta sicura finito fuori per centimetri.