Calcio
14:46pm30 ottobre 2020 | mise à jour le: 30 ottobre 2020 à 14:46pmReading time: 4 minutes

Champions League: Juve cade con Barcellona, 0-2 allo Stadium

Champions League: Juve cade con Barcellona, 0-2 allo Stadium
Photo: AdnkronosUn momento dell'incontro tra L'Atalanta e l'Ajax

I risultati delle squadre italiane nelle coppe

Ansa – Il Barcellona passa a Torino: 0-2 dei blaugrana contro la Juve, che è rimasta in partita fino al 90′ e ha il rammarico dei tre gol annullati a Morata. Dembélé e Messi decidono la sfida dello Stadium, una partita che Cristiano Ronaldo ha potuto vedere soltanto dalla televisione. Il portoghese è rimasto vicino ai compagni da casa, mentre al pomeriggio si è scatenato sui social. Prima rassicurando sul suo stato di salute, poi scatenando le polemiche per aver definito “una ca…ta” il tampone, infine si è immortalato in un breve video sul tapis roulant mentre urla “Forza Juve, in bocca al lupo”.

Lazio decimata soffre a Bruges, ma è pari

Una Lazio rabberciata causa infortuni e tamponi positivi, strappa un punto in casa dei campioni del Belgio, il Bruges, e dimostrando di saper soffrire si mantiene in corsa per il passaggio agli ottavi. La prova dei biancocelesti, con una maglia verde fluo, è stata d’orgoglio e merita gli applausi, a parte Patric autore di un intervento sciagurato che ha fruttato il rigore del pari del Bruges. A fine primo tempo Inzaghi lo ha lasciato negli spogliatoi, sostituendolo con Pereira (Parolo è stata spostato in difesa), segno che il tecnico si era arrabbiato con il difensore catalano. Su tutti Milinkovic, maestro del centrocampo, che ha fatto reparto quasi da solo e nel secondo tempo ha sfiorato la rete del successo: ma è stato bravissimo Mignolet ad opporsi. Alla fine ne è venuto fuori un punto comunque prezioso, tenuto conto dell’organico decimato, che consente di mantenere il primato nel girone in attesa del confronto con lo Zenit che ha perso col Borussia. Di Correa per la Lazio e Vanaken su rigore per il Bruges i gol della partita.

 

Atalanta-Ajax 2-2

Dopo il 4-0 all’esordio in Champions contro il Midtjylland in Danimarca, l’Atalanta rischia il ko in casa contro l’Ajax ma grazie a una doppietta di Duvan Zapata nella ripresa pareggia 2-2 al Gewiss Stadium contro gli olandesi. Ai gol dei ‘lancieri’ nel primo tempo di Tadic su rigore al 30’ e Traoré al 38’ replica nella ripresa l’attaccante colombiano in rete al 53’ e al 60’.

 

Inter fermata dallo Shakhtar

Secondo pareggio consecutivo dell’Inter in Champions League, dopo il 2-2 di San Siro contro il Borussia M’Gladbach la squadra nerazzurra non va oltre lo 0-0 all’Olimpiyskiy Stadium di Kiev contro lo Shakhtar Donetsk. La formazione di Conte non riesce ad espugnare il fortino degli ucraini colpendo due pali nel primo tempo.

 

Europa League, vincono Milan e Napoli. Pari per la Roma

Si chiude sul 3-0 il match di girone H di Europa League tra Milan e Sparta Praga. Rossoneri in netto dominio dal primo minuto sulla squadra ceca in netta inferiorità, sblocca nel primo tempo al 24′ Brahim Diaz, che mette in rete su assist di Ibrahimovic, nel primo tempo sempre in attacco ma poi sostituito da Pioli nel secondo, entra Leao. Ibra sbaglia anche un rigore, dopo essere stato atterrato, prendendo la traversa al 36′. Nella ripresa è il nuovo ingresso Leao a raddoppiare al 57′, dopo un passaggio in profondità di Dalot. Sarà lo stesso Dalot a siglare il tris al Praga, appena dieci minuti dopo Leao. Niente da fare per i cechi, reduci da un 4-0, e altro tris per il Milan dopo il 3-1 al Celtic. Pioli incassa e arriva a 6 punti in Europa League.

Fatica il Napoli in Spagna ma lascia indietro i capilista della Real Sociedad, 0-1 il risultato finale a San Sebastian per la seconda partita del girone F di Europa League. Dopo un primo tempo finito con un niente di fatto, sblocca la partita al 56′ Matteo Politano, con un gran tiro da fuori area che finisce alle spalle del pur bravo Remiro, che non può nulla.

Niente da fare per la Roma, che ospitava il Cska Sofia: 0-0 alla fine del match di Europa League. Solo occasioni, e un gol annullato al quarto minuto (Smalling, in fuorigioco) per i giallorossi.