Calcio
20:09pm15 novembre 2017 | mise à jour le: 15 novembre 2017 à 20:09pmReading time: 3 minutes

Rémi Garde al timone dell’Impact di Montreal

Presentato il suo nuovo allenatore francese per le prossime tre stagioni

Rémi Garde, presentato da Joey Saputo, è il nuovo allenatore dell’Impact di Montreal

Pablo A. Ortiz (Montréal Impact)

di Quentin Parisis

Molti nomi erano circolati, come quello di Walter Mazzari, ma Joey Saputo ha orientato la sua scelta sull’ex allenatore dell’Olympique Lyonnais, che Rémi Garde ha lasciato al suo massimo, nel 2014. Ha vinto una Coupe de France ed un Trophée des Champions nel 2012, ed ha raggiunto due volte le finali della Coupe de la Ligue, nel 2012 e nel 2013.

Dopo una carriera come giocatore e come vice di Paul Le Guen e poi di Gérard Houiller Leigh, Rémi Garde, nel 2010, è stato nominato responsabile dell’Académie lyonnaise, una delle migliori di Francia, prima di prendere le redini della prima squadra l’anno successivo. Da allora, sotto la sua direzione, oltre ai risultati, gli ex accademici, Corentin Tolisso, oggi al Bayern Monaco, Alexandre Lacazette, venduto quest’anno all’Arsenale e Nabil Fekir, hanno fatto parte degli effettivi del Lione. Questa capacità di integrare i giovani giocatori è stata decisiva nella scelta del presidente dell’Impact, che aveva annunciato di cercare un profilo di questo tipo.

Accreditato di volta in volta all’Everton, al Rennes o alla direzione tecnica della nazionale francese, Rémi Gard ha ammesso che le discussioni che aveva avuto con l’allenatore francese di New York, il suo ex compagno di squadra Patrick Viera, e gli amministratori di Montreal, con i quali aveva “un buon feeling”, sono state decisive nella sua scelta. Anche se conosceva il Club, ha sottolineato che la visita di Didier Drogba a Montreal aveva puntato il riflettore sul club, non trascurabile a livello internazionale.

Oltre all’integrazione e alla crescita dei giovani giocatori, Rémi Garde è un allenatore rinomato per la sua preferenza verso un gioco offensivo. Durante la sua presentazione a Montréal ha tuttavia riconosciuto che la professione di allenatore a volte richiede “pragmatismo”. Sarà quindi necessario attendere per conoscere la scelta dei giocatori, su cui avrà voce in capitolo, e la composizione della squadra per la stagione 2018 prima di osservare un possibile “effetto Rémi Garde”. Il Presidente Saputo, così come i sostenitori dell’Impact, si aspettano che il nuovo allenatore porti la squadra “ad un livello superiore”, secondo le parole del Presidente del Club.

 

Una grande carriera di giocatore in Europa

51 anni, Rémi Garde ha vestito i colori dell’Olympique Lyon, dello Strasburgo e dell’Arsenal durante la sua carriera di giocatore. Rémi Garde ha indossato anche sei volte la maglia della nazionale francese, con la quale ha giocato l’euro ‘92 sotto la guida di Michel Platini, allenatore della nazionale. Campione d’Inghilterra, vincitore della Coppa e dello Charity Shield nel 1998 con l’Arsenal, è anche campione di seconda divisione in Francia con il Lione, all’inizio della sua carriera, nel 1989.

Traduzione di Gian G.Pollifrone