Calcio
13:53pm18 maggio 2017 | mise à jour le: 18 maggio 2017 à 13:53pmReading time: 3 minutes

Coppa Italia ai bianconeri

Battuta la Lazio all’Olimpico per 2-0

I giocatori delal Juventus festeggiano la vittoria della Coppa Italia

ANSA

Ansa – La Juventus ha vinto per la 12/a volta la Coppa Italia, terza di seguito (un record), battendo 2-0 la Lazio nella finale giocata il 17 maggio scorso a Roma.

Stadio esaurito, grande atmosfera e tribuna autorità gremita. Juventus e Lazio si sono affrontate davanti al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, chiamato a consegnare a fine partita il trofeo. Sugli spalti anche la sindaca di Roma, Virginia Raggi, assieme al figlio. “Se tifo per qualcuno in particolare? Sono super partes” le parole della prima cittadina della Capitale. Presenti anche il ct della Nazionale, Gian Piero Ventura, il collega Claudio Ranieri, i tennisti Nokav Djokovic e Fabio Fognini, impegnati al Foro Italico negli Internazionali d’Italia.

Partita già decisa nel primo tempo: dopo un palo di Keita al 6′, la Juve va in vantaggio al 12′ con Dani Alves che ha insaccato al volo di piatto destro dopo un lancio dalla sinistra di Alex Sandro. Al 18′ Dybala va al tiro, Strakosha respinge e poi dice di no alla successiva conclusione di Higuain. Il raddoppio bianconero arriva al 25′: corner dalla sinistra di Dybala, Alex Sandro prolunga di testa, facile il tocco ravvicinato di Bonucci. La Lazio si fa vedere al 32′ con un colpo di testa di Immobile. Al 53′ il neoentrato Felipe Anderson impegna Neto che mette in calcio d’angolo. Higuain va vicino al 3-0 al 71′, salva Biglia. La Lazio si rende pericolosa con Immobile e nel finale Strakosha salva ancora su Higuain.

 

I commenti degli allenatori

«Non c’è successo che non si conquisti con la fatica». C’è tutta la soddisfazione di Allegri per la conquista della terza Coppa Italia consecutiva della Juventus, riassunta nel consueto Tweet del post partita. «Complimenti ragazzi, questa terza Coppa Italia di fila è tutta per voi!», ha aggiunto l’allenatore bianconero, rendendo merito ad un gruppo che è riuscito nell’impresa mai portata a termine nel calcio italiano.

«Abbiamo affrontato la finalista della Champions. La Juventus si è trovata davanti una squadra anche poco fortunata. Sullo 0-0 la mano (di Barzagli su tiro di Keita, ndr) che ha mandato la palla sul palo avrebbe potuto cambiare la partita». Simone Inzaghi sottolinea l’episodio che, dopo sei minuti della finale di Coppa Italia, ha negato il gol alla Lazio. «Gli episodi non sono stati dalla nostra – ha detto l’allenatore biancoceleste – ma onore ai miei ragazzi perché hanno giocato una grandissima stagione. Con un pizzico di fortuna in più sarebbe potuta andare in un altro modo».

 

 

Albo d’oro Coppa Italia per squadre

 

12 – Juventus

9 – Roma

7 – Inter

6 – Fiorentina e Lazio

5 – Torino, Milan, Napoli

4 – Sampdoria

3 – Parma

2 – Bologna

1 – Atalanta, Genoa, Venezia,

     Vado e Vicenza