Calcio
14:51pm9 agosto 2022 | mise à jour le: 9 agosto 2022 à 14:51pmReading time: 5 minutes

Serie A: si riparte con l’incognita Mondiali

Serie A: si riparte con l’incognita Mondiali
Photo: Foto iStockLa prima giornata di campionato è in programma il 13,14 e 15 agosto

Sabato 13 calcio d’inizio della stagione 2022-23. Milan, Inter e Juventus partono favorite ma occhio a Roma e Napoli

In attesa degli ultimi colpi del calciomercato, che si chiuderà a fine agosto, le 20 squadre di Serie A riprendono a battagliare a partire dal 13 agosto, in largo anticipo rispetto al solito per via della lunga interruzione dovuta ai campionati mondiali di calcio che si disputeranno in Qatar dal 21novembre al 18 dicembre.

La Serie A si fermerà dal 14 novembre 2022 (15° giornata) al 4 gennaio 2023 quando sarà in programma la 16° giornata.

Si tratta della 121ª edizione della massima serie del campionato italiano di calcio (la 91ª a girone unico). A sostituire Cagliari, Genoa e Venezia, retrocesse in Serie B nella stagione precedente, ci sono Lecce, vincitore della Serie B 2021-2022 e tornato nella massima serie dopo due stagioni d’assenza, Cremonese, dopo 26 anni d’assenza, e Monza, al suo storico esordio in massima serie, in quanto vincente dei play-off.

La regione più rappresentata è la Lombardia con ben cinque squadre (Atalanta, Cremonese, Inter, Milan e Monza). Con due club a testa ci sono Campania (Napoli e Salernitana), Emilia-Romagna (Bologna e Sassuolo), Lazio (Lazio e Roma), Liguria (Sampdoria e Spezia), Piemonte (Juventus e Torino) e Toscana (Empoli e Fiorentina). Infine vantano una formazione ciascuna Friuli-Venezia Giulia (Udinese), Puglia (Lecce) e Veneto (Verona).

Da questa stagione viene reintrodotto lo spareggio per l’assegnazione dello scudetto e per l’ultimo posto salvezza (il diciassettesimo), ma non per la qualificazione alle coppe europee in caso di arrivo a pari punti tra due o più squadre. Lo spareggio si disputerà in campo neutro e in gara unica. In caso di parità niente supplementari, si andrà subito ai calci di rigore. La grande novità della prossima stagione è anche la promozione tra gli arbitri della prima donna, Maria Sole Ferrieri Caputo nel quadro del ringiovanimento del settore che ha portato l’anno scorso a qualche inevitabile passo falso.

 

Le favorite

Per quanto riguarda il pronostico le milanesi partono favorite con il Milan che difenderà il titolo e che su una rosa già forte ha innestato dei centrocampisti giovani di talento come il belga Charles De Ketelaere (dal Bruges) e l’italiano Tommaso Pobega (dal Torino) e potrà contare sul ritorno del forte difensore danese Kjaer aassente per buona prte della scorsa stagione a causa di un grave infortunio, e l’Inter che con il ritorno del bomber belga Lukaku, e con Mikhtaryan al posto di Perisic, e è di nuovo pronta a fare sfracelli in attacco.

Da non sottovalutare la Juventus che ha preso il difensore brasiliano del Torino Bremer ma ha perso l’olandese De Ligt L’infortunio di Pogba, di ritorno dal Manchester United pone degli interrogativi per Allegri che potranno essere sanati dalle prossimi mosse di mercato ma l’arrivo del nazionale argentino Angel Di Maria, in provenienza dal Paris-St-Germain garantisce alla squadra classe e qualità.

Sulla carta il quarto posto dovrebbero contenderselo il Napoli di Spalletti, che ha detto addio a Mertens, ha acquistato il giovane e promettente attaccante georgiano Kvaratskhelia e che è in trattative per Raspadori del Sassuolo, e la Roma di Mourinho che dopo gli acquisti roboanti di Paulo Dybala, in provenienza dalla Juventus, e del centrocampista olandese Wijnaldum dal PSG e con il ritorno a tempo pieno di Spinazzola dopo un grave infortunio, è pronta per un salto di qualità e per affacciarsi nelle zone alte della classifica, senza dimenticare che la rosa potrebbe arricchirsi ulteriormente con l’arrivo di Belotti dal Torino.

Dietro a loro ci sono l’Atalanta dello sperimentato Gasperini, che ha inserito Ederson e aspetta Pinamonti, e la Lazio di Sarri che ha cambiato parecchio ma non sembra ancora avere assestato i suoi problemi difensivi nonostante l’arrivo di Romagnoli dal Milan.

Seguono la Fiorentina di Italiano che ha piazzato diversi colpi di mercato, tra cui il goleador Jovic, atteso al riscatto. A sognare l’Europa sono il Sassuolo, che ha perso Scamacca e forse Raspadori, e l’ambizioso Monza neo promosso di Berlusconi e Galliani, che ha condotto un mercato da big assicurandosi, tra gli altri, i servizi del bomber Andrea Petagna in provenienza dal Napoli. Alle prese con problemi di bilancio e con tante cessioni, che per il momento non hanno trovato degne sostituzioni, sono Torino, Verona e Bologna.

Per le altre sette si profila una lunga stagione per tenersi lontane dalla zona retrocessione: a parte l’Udinese, che dovrebbe come al solito trovare le risorse per un campionato tranquillo (specie se manterra’ intatto il duo Beto-Deulofeu) per le altre sarà bagarre. Dalle più esperte Empoli e Sampdoria (con la spada di damocle di una cessione ancora incerta), alle più affidabili Spezia e Salernitana, alle neopromosse Cremonese e Lecce. Buon campionato a tutti e non perdete nel prossimo numero del Corriere Italiano il calendario completo della Serie A.

 

La prima giornata

Fiorentina-Cremonese

Verona-Napoli

Juventus-Sassuolo

Lazio-Bologna

Lecce-Inter

Monza-Torino

Milan-Udinese

Salernitana-Roma

Spezia-Empoli

Sampdoria-Atalanta

 

 

 

 

More Like This