Calcio

Inter e Napoli si annullano

La Juventus scappa

Paulo Dybala esulta dopo la doppietta rifilata all’Udinese

ansa

(NoveColonneATG) Roma – Come all’andata tra Inter e Napoli finisce senza gol, e la Juventus ne approfitta per scappare. Le formazioni di Spalletti e Sarri si annullano a vicenda, e sul taccuino, al termine di una gara molto combattuta a centrocampo, si annotano pochissime occasioni da gol, con due tiri per parte nello specchio. Nel primo tempo Handanovic e Reina assistono ai duelli lontano dalle rispettive aree, nella ripresa le squadre si allungano e qualche azione da gol arriva. L’Inter sfiora la rete in particolare con un colpo di testa di Skriniar che viene respinto dal palo, il Napoli con due conclusioni di Insigne. In classifica gli azzurri si vedono per la prima volta dopo tanto tempo scavalcare dalla Juventus, ora avanti di un punto con una gara ancora da recuperare, i nerazzurri, anche loro con una partita in meno, restano in scia al quarto posto.

Dybala decide la sfida contro l’Udinese e porta la Juventus a 71 punti, in attesa di recuperare il 14 marzo la partita con l’Atalanta. Al 20′ Dybala sblocca la partita con una splendida punizione infilata all’incrocio sopra la barriera. Poco dopo lo stesso Dybala si procura il rigore che Higuain si fa neutralizzare da Bizzarri, bravo a distendersi in tuffo per respingere il tiro. Il centravanti della Juventus si fa perdonare ad inizio ripresa apparecchiando il raddoppio di Dybala, che segna al 49′ la sua prima doppietta nel 2018. Da lì alla fine la partita perde vigore agonistico, con i padroni di casa preoccupati a non sprecare preziose energie e gli ospiti vanamente alla ricerca del gol che l’avrebbe riaperta, ma l’occasione più grande capita ancora a Dybala, stoppato da Bizzarri nel suo tentativo verso il tris.

Importante successo in chiave Champions League per la Roma che supera il Torino all’Olimpico e consolida il terzo posto con 56 punti, 4 in più della Lazio e 5 in più dell’Inter. Dopo un avvio non semplice in cui i giallorossi sono salvati da Alisson, strepitoso su Iago Falque nel primo tempo, la partita prende la piega desiderata da Di Francesco al 56′, quando Manolas di testa sblocca il match su cross di Florenzi. Una volta in vantaggio i padroni di casa acquistano sicurezza, mentre gli ospiti si spengono e non riescono più a pungere dalle parti di Alisson. Al 73′ arriva il primo gol stagionale di De Rossi che in scivolata raccoglie un traversone dalle retrovie, nel recupero il tris lo firma Pellegrini che finalizza di sinistro un bell’assist di Nainggolan.

Arranca la Lazio, che rimonta per due volte il Cagliari (la seconda con un gran gol di tacco di Ciro Immobile) e si avvicina alla zona Champions il Milan: il primo gol nel campionato italiano di Andrè Silva porta al Milan una vittoria fondamentale. Il centravanti portoghese, inserito da Gattuso nel secondo tempo, ha ripagato la fiducia del suo allenatore con un colpo di testa su cross di Suso al 94′, quando ormai la partita sembrava destinata al pareggio a reti bianche. Una torsione da attaccante consumato, che non ha lasciato scampo a Perin e può rivelarsi il gol che dà fiducia a un ragazzo che ancora non ha espresso in Italia il proprio valore. Con i tre punti il Milan sale a 47 punti e si colloca al sesto posto staccando la Sampdoria, sconfitta nettamente a Crotone.