Motori
20:42pm8 novembre 2021 | mise à jour le: 8 novembre 2021 à 20:42pmReading time: 4 minutes

Gran premio del Messico: un grande Verstappen e una grande Red Bull

Gran premio del Messico: un grande Verstappen e una grande Red Bull
Photo: Foto hafizjohari/123Rf.COMMax Verstappen davanti alla Mercedes di Lewis Hamilton. Sarà così anche alla fine del Mondiale?

Al volante con Pino Asaro  –  p.asaro@lubital.ca

Max Verstappen stravince il Gp del Messico davanti al suo diretto rivale per il titolo Lewis Hamilton. Vittoria del pilota della Red Bull senza storia, con un Verstappen più determinato che mai nel far sua una gara sulla carta favorevole alla Red Bull.

Previsioni non sempre scontate, vedi il terzo tempo in qualifica di Verstappen dietro alle due Mercedes con un Bottas che aveva avuto la meglio su Hamilton. Quindi prima fila tutta Mercedes con le Red Bull in seconda fila grazie al quarto miglior crono del beniamino di casa, il messicano Sergio Perez.

Al pronti via, ottima la partenza delle Mercedes, ma il lungo rettilineo e la scia di cui ha beneficiato Verstappen, partito bene dietro a Bottas, hanno agito da trampolino alla prima staccata con Verstappen deciso a far suo il comando delle ostilità, passando le due Mercedes all’esterno.

E qui si è giocata la corsa con un Verstappen e la Red Bull con una marcia in più rispetto alla Mercedes di Hamilton. La gara non ha avuto più storia almeno per ciò che riguardava la leadership. Hamilton non è mai riuscito a tenere il passo delle Red Bull forti di un motore Honda più a suo agio nell’aria rarefatta dei 2.240 m. di altitudine del Circuito Hermanos Rodriguez. A rovinare ancora di più la giornata alla Mercedes è stata l’uscita dalla lotta per le prime posizioni del poleman Bottas, speronato dalla McLaren di Ricciardo, che ha costretto entrambi ad un primo stop ai box.

Nel parapiglia a farne le spese sono stati il giapponese Tsunoda e Michael Schumacher entrambi costretti al ritiro con conseguente appello alla safety car.

Se per la leadership non vi è stata storia, vedi il vantaggio di Verstappen di 16.5 secondi al traguardo, la corsa per le altre posizioni del podio non è stata per niente noiosa grazie ad un Perez in gran forma che ha fatto di tutto per regalare un secondo posto ai suoi fans, ma nonostante la strategia del cambio gomme lo abbia favorito rispetto ad Hamilton, l’inglese è riuscito a difendersi a denti stretti arrivando al traguardo con un solo misero secondo di vantaggio. Quindi primo e terzo posto per la Red Bull e deficit ridotto ad un solo punticino nella classifica mondiale costruttori. In classifica piloti, allungo di Verstappen su Hamilton che ora accusa un ritardo di 19 punti con quattro gare ancora da disputare.

 

Le “Rosse” migliorano

Giornata positiva invece per le Rosse di Maranello. La Ferrari è riuscita a piazzare le due vetture davanti alle McLaren, grazie al quinto posto di Leclerc ed al sesto di Sainz, e a riprendersi la terza piazza nel campionato costruttori con un vantaggio di 13.5 punti. A completare la top ten, al settimo posto troviamo un pimpante Sebastian Vettel con l’Aston Martin che conferma il suo stato di grazia a confronto del compagno Lance Stroll.

Un altro campione del mondo, Kimi Raikkonen, con l’Alfa Romeo, ha chiuso con un rispettabile ottavo posto. Il finlandese ha già annunciato il suo ritiro alla fine di questo campionato, verrà sostituito dal connazionale Bottas.

Ancora da decidere la ricoferma per Giovanazzi. Al nono posto Fernando Alonso con l’Alpine seguito da Lando Norris con la McLaren che riparte dal Messico con un solo punto in bacheca. Altra gara difficile per le Williams, con Russel e Latifi  rispettivamente 16° e 17° e Stroll, l’altro nostro portacolori, 14° davanti a Bottas.

A proposito di Bottas, nel dopo corsa non si sono risparmiate le critiche da parte degli addetti ai lavori per come il finlandese abbia ostacolato il compagno Hamilton alla staccata della prima curva dopo la partenza, spalancando così la porta a Verstappen passato al comando per rimanerci fino alla fine. Addirittura si ipotizza una sostituzione con Russel, il suo futuro sostituto in Mercedes, già dalla prossima gara in programma domenica 14 novembre ad Interlagos per il Gp del Brasile.

 

Classifica Piloti

1      M. Verstappen (Red Bull)   p.312,5

2      L. Hamilton   (Mercedes)  p.293,5

3     V. Bottas    (Mercedes)   p.185

4      S. Perez   (Red Bull)  p.165

5      L. Norris   (McLaren)  p.150

6      C. Leclerc  (Ferrari)  p.138

7      C. Sainz Jr.  (Ferrari)  p.130,5

8      D. Ricciardo  (McLaren)  p.105

9      P. Gasly   (AlphaTauri)  p.86

10   F. Alonso  (Alpine-Renault)  p.60

11    E. Ocon  (Alpine-Renault)  p.46

12    S. Vettel  (Aston Martin)  p.42

13    L. Stroll   (Aston Martin)  p.26

14    Y. Tsunoda  (AlphaTauri)  p.20

15    G. Russel  (Williams)   p.16

 

 

Classifica Costruttori

 

1      Mercedes   p. 478,5

2      Red Bull     p. 477,5

3      Ferrari        p.268,5

4      McLaren    p. 255

5     Alpine-Renault   p. 106

6.    Alpha Tauri  p.106

7     Aston Martin   p.68

8      Williams    p.23

9      Alfa Romeo   p. 11

10.   Haas   p. 0

 

 

 

 

 

More Like This