Motori

A Baku vince Bottas davanti ad Hamilton

A Baku vince Bottas davanti ad Hamilton
Photo: AnsaValtteri Bottas of Mercedes

Al Volante con Pino Asaro
p.asaro@lubital.ca

Quarta prova mondiale e quarta doppietta Mercedes con Bottas primo e Hamilton secondo tanto per cambiare. Mai nella storia della Formula Uno, un team ha fatto quattro doppiette di fila ad inizio di stagione.

Vittoria nettamente meritata quella di Bottas, il quale ha saputo tenere dietro un certo Hamilton, e a riprendersi la testa della classifica mondiale. E la Ferrari? Ancora una volta siamo obbligati a raccontare come per la quarta gara, le Rosse hanno fallito l’obbiettivo. A Baku, circuito cittadino con un rettilineo lungo oltre 2 kilometri, le Ferrari secondo tutti gli esperti ai lavori, avrebbe dovuto dominare e stravincere. Invece, lo ha fatto solo in parte tanto per illudere il popolo ferrarista. Bisogna infatti capire come sia possibile che, sia Leclerc che Vettel che hanno dominato le tre sessioni di prove libere, si sono poi ritrovati alla fine delle qualifiche ufficiali con l’ottavo ed il terzo tempo in griglia.
Il monegasco, neo pilota delle Rosse, è stato vittima di un incidente e quindi messo fuori causa anzitempo. Incidente in parte causato dalla scelta azzardata di montare le gomme medie ad entrembe le macchine, con le temperature dell’asfalto in calo, quando tutte le altre macchine montavano le soft. L’incidente occorso a Leclerc è sicuramente da attribuire anche a questo nonostante il ferrarista si sia preso tutte le responsabilità. Altro errore di strategia da parte di Vettel e del team nel gestire gli ultimi minuti della terza sessione di qualifiche, quella per la pole tanto per intenderci. Distrazione grave da parte del pilota tedesco il quale, visto le Mercedes di Bottas e Hamilton ferme all’uscita dei box, non si è accordato per sfruttare la loro scia e non viceversa.
Il terzo posto di Vettel sia in qualifica che al traguardo sa tanto di beffa se si considerano i tempi delle prove libere dominate da entrambe le Ferrari. Lo stesso Toto Wolff team principal delle Stelle d’Argento continua ad elogiare la Ferrari, a suo parere piu performante della Mercedes. Quindi la differenza la fanno i piloti e la gestione del team in tutto il suo insieme.

La corsa ha offerto poche emozioni con una partenza senza incidenti, con Bottas andato subito in testa seguito da Hamilton, Vettel e Verstappen. Leclerc partito ottavo con le gomme medie per regolamento, è finito quinto dietro a Verstappen, premiato con il giro più veloce ed il bonus point in classifica. A completare la top ten troviamo il messicano Sergio Perez, Racing Point, davanti alle due McLaren di Sainz Jr e Lando Norris. Al nono posto l’altra Racing Point di Lance Stroll e Kimi Raikkonen con la sua Alfa Romeo costretto a partire dai box per una penalità ottenuta per una irregolarità all’alettone anteriore. Il Circo della Formula Uno rientra in Europa per la prossima gara con il GP di Spagna il 12 maggio prossimo.

LATIFI VINCE ANCORA A BAKU

Nicholas Latifi, pilota di riserva della Williams in Formula Uno, vince ancora e domina la F2

Nicholas Latifi continua a dominare la Formula 2, campionato cadetto alla massima formula. A Baku sullo stesso circuito cittadino della Formula Uno, due gare in programma. Il nostro portacolori canadese nipote di Isidoro Russo, partito dalla settima posizione ha mancato per un soffio il podio finendo quarto nella gara di sabato per poi vincere la gara sprint la domenica. Nicholas, pilota di riserva della Williams, è al suo secondo successo in quattro gare, con un terzo posto ed un quarto in un campionato tra i piu’ competitivi. Dodici le piste e tutte le doppie gare sono presentate nello stesso fine settimana della Formula Uno. Non per niente i vari Russell, Albon, Norris ed il nostro Giovinazzi sono laureati di questa categoria. Invito tutti gli appassionati a seguire questo campionato molto avvincente e sostenere Nicholas Latifi figlio di Michael Latifi e Marilena Russo ed al nonno Isidoro ai quali vanno i nostri migliori auguri di un futuro colmo di successi.