Motori

Leclerc, il predestinato!

Leclerc, il predestinato!
Photo: ansaCharles Leclerc sul podio del GP del Belgio

Prima vittoria per la Rossa, dedicata allo scomparso Hubert.

Al Volanta con Pino Asaro    –   p.asaro@lubital.ca

Charles Leclerc, ha finalmente vinto la sua prima gara. Il giovane monegasco, ha trovato il suo giusto premio, precedendo di misura Lewis Hamilton. Vittoria sofferta ma strameritata, frutto di una strategia di squadra azzeccata ma soprattutto motivata dalla scomparsa del suo amico d’infanzia Anthoine Hubert avvenuta al secondo giro della Feature Race di Formula 2 disputatatasi sabato.

Leclerc si è infilato nella sua Ferrari con il solo intento di vincere per Anthoine. Partito dalla pole position, ha subito preso il largo con Vettel dietro. Le due Mercedes di Hamilton e Bottas seguivano mentre Max Verstappen partito malissimo dalla quinta posizione, alla prima staccata de La Source, ha speronato Raikkonen compromettendo la gara di entrambi.

Leclerc da parte sua, ha sempre mantenuto il controllo della gara, soprattutto nel momento in cui Vettel agli ordini di Binotto, ha permesso al compagno di riprendere il comando delle ostilità dopo la sosta per il cambio gomme. Leclerc ha saputo gestire la gara e difendere la leadership nonostante il recupero di Hamilton che ha preceduto il compagno Bottas finito terzo.

Purtroppo per Vettel solamente un quarto posto che comunque la dice lunga sulla strategia decisa dal team con a capo Binotto nell’ordinare al campione del mondo tedesco di cedere il comando a Leclerc e di fare da tappo a Hamilton.

In questo frangente di corsa Leclerc ha potuto guadagnare quel tanto per portare a casa la sua prima vittoria in carriera e la prima per la Ferrari in questo sfortunato 2019. Si è voluto sopratutto evitare il finale del recente Gran Premio d’Austria quando Leclerc in crisi con le gomme si è visto sorpassare negli ultimi giri da Verstappen.

Purtroppo al termine della gara, Leclerc non ha potuto festeggiare come avrebbe voluto, visto il tristissimo clima presente nel paddock. La commozione di Leclerc nel ricordo dell’amico scomparso era palpabile.

Al quinto posto si è classificato il neo promosso in Red Bull, Albon il quale durante la sosta estiva ha sostituito Gasly retrocesso alla Toro Rosso finito nono. Al sesto e settimo posto Perez e Kvyat, per concludere la top ten con il nostro Lance Stroll.

“Abbiamo perso un amico. Dedico questo vittoria a lui” queste le prime parole di Leclerc sceso dalla sua Ferrari. “Siamo cresciuti insieme dalla nostra prima gara nei kart con Pierre Gasly e Esteban Ocon. Oggi la mamma mi ha anche chiesto di vincere per Anthoine. È terribile quanto è avvenuto, quindi non posso gioire come vorrei per questa mia prima vittoria, ma di certo ricorderò per sempre questo giorno”.

Sulla gara ha poi aggiunto: “ Gli ultimi giri sono stati difficili. Hamilton si è fatto sotto e mi ha messo un po’ di pressione, ma ho controllato bene il vantaggio alla fine. Sono riuscito a gestire le gomme meglio che in Ungheria. Tutto sommato è stato un buon weekend a livello di performance, grazie alla pole position e alla mia prima vittoria e la prima per la Ferrari quest’anno.”

Per la cronaca, la Feature Race di F2 è stata subito interrota e sospesa come pure la Sprint Race di domenica annullata in segno di lutto. Decisioni prese dalla direzione gara con l’accordo dei team in seguito all’incidente tra Hubert, poi deceduto, e Correa. Per il pilota americano, sempre nel reparto di Cure Intensive dello stesso ospedale, si prevede una lunga convalescenza in seguito alla frattura di entrambi gli arti inferiori e lesioni alla spina dorsale.

Prossimo gara, domenica 8 settembre il Gran Premio d’Italia a Monza.