Motori

Vettel e Leclerc, doppietta Ferrari a Singapore

Vettel e Leclerc, doppietta Ferrari a Singapore
Photo: AnsaSebastian Vettel esulta dopo la vittoria ottenuta nel GP di Singapore

Al volante con Pino Asaro / p.asaro@lubital.ca

Grande affermazione della Ferrari al GP di Singapore con la netta vittoria di Vettel, primo a tagliare il traguardo davanti al compagno di scuderia Leclerc che, partito in pole position, era rimasto in testa.

Ma il momento clou della gara è stato al 20° giro quando sia Vettel che Verstappen sono entrati per il cambio gomme. Nel giro successivo, è toccato a Leclerc cambiare le gomme soft per le dure. Al rientro in pista, il monegasco si è ritrovato dietro Vettel che con le gomme nuove è riuscito ad annullare lo svantaggio su Leclerc e da quel momento non vi è stata più storia talmente netto è stato il dominio delle Rosse. Per Vettel si tratta del quinto successo a Singapore.

Leclerc da vero purosangue, avrebbe ovviamente preferito vincere, ma alla fine si è detto soddisfatto del risultato e di come ha saputo gestire la costante presenza di Verstappen finito terzo. Il belga dato tra i favoriti con le due Mercedes, dal canto suo, ha saputo difendersi dagli attacchi di Hamilton finito quarto.

Inspiegabile la decisione della Mercedes di aver atteso sino al 27° giro per richiamare l’inglese ai box. Rientrato in pista si è trovato addirittura quarto dietro a Verstappen. Al quinto posto l’altra Mercedes di Bottas finito nella scia del compagno assistito da ben ‘tre safety car’ entrate in azione negli ultim 20 giri. Al sesto posto la seconda Red Bull del giovane tailandese Albon autore di una gara attenta e senza sbavature.

A concludere la top ten, al settimo posto l’inglese Norris su McLaren, il francese Gasley al volante della Toro Rosso, Hulkenberg un ottimo nono dopo una lunga rimonta, e il nostro Giovinazzi su Alfa Romeo il quale si è gustato per qualche giro la leadership per essere stato l’ultimo a rientrare per il cambio gomme.

La terza vittoria consecutiva della Ferrari e la prima doppietta dal GP d’Ungheria dello scorso anno, ha dell’eccezionale considerato che è stata ottenuta sul tracciato cittadino di Marina Bay, non ideale alle Rosse, tanto da non essere state considerate tra le favorite. La grande sconfitta è la Mercedes in quanto i pronostici puntavano tutto sul duello Red Bull-Mercedes. Ma se la pole di Leclerc ha sorpreso un po’ tutti gli addetti ai lavori, il dominio totale delle Rosse la dice lunga sul lavoro fatto a Maranello. Gli ultimi aggiornamenti portati a Singapore hanno forse del miracoloso. Le prossime gare saranno un ulteriore banco di prova per vedere se effettivamente i valori in campo continueranno a tingersi di rosso.

 

«Quel che conta è il team!»

Binotto ha così spiegato la strategia dei due pit stop: «Con Leclerc al comando non potevamo rischiare di farlo rientrare prima. Per Vettel è stata la conseguenza dello stop di Verstappen e quindi abbiamo dovuto reagire in fretta per difendere il suo terzo posto. Nessun favoritismo nei suoi riguardi a discapito di Leclerc. Vettel è stato bravo a sfruttare il cambio gomme con un super giro e quindi eliminare lo svantaggio su Leclerc. Peccato che non abbiamo il tempo di celebrare questa terza vittoria consecutiva perché già da domenica si corre a Sochi in Russia». Vettel da parte sua si è così espresso: «Ovviamente sono contento per me, ma sopratutto per il team. Finalmente dopo un inizio di campionato difficile, siamo rinati nelle ultime settimane. Sono fiero del lavoro fatto a Maranello». Pressato sul timing del suo pit stop, Vettel ha confermato di aver ricevuto l’ordine a suo avviso un po’ prematuro.

Di diverso parere Leclerc che si è sentito penalizzato, ragion per cui è finito secondo: «Ovviamente sono dispiaciuto di non aver vinto, ma quel che conta è il team, e una doppietta la dice lunga sullo stato di grazia della Ferrari. Spero solo che continui nelle ultime sei gare».

 

CLASSIFICA PILOTI

 

  1. Hamilton (Mercedes) 296
  2. Bottas (Mercedes) 231
  3. Leclerc (Ferrari) 200
  4. Verstappen (Red Bull) 200
  5. Vettel (Ferrari) 194
  6. Gasly (Red Bull) 69
  7. Sainz (McLaren) 58
  8. Albon (Red Bull) 42
  9. Ricciardo (Renault) 34
  10. Kvyat (Toro Rosso) 33
  11. Hukenberg (Renault) 33
  12. Raikkonen (Alfa Romeo) 31
  13. L. Norris (McLaren) 31

 

CLASSIFICA COSTRUTTORI

Mercedes 527

Ferrari 394

Red Bull 289

McLaren 89

Renault 67

Toro Rosso 55

Racing Point 46

Alfa Romeo 35

Haas 26

Williams 1