La buona tavola
14:46pm19 ottobre 2021 | mise à jour le: 19 ottobre 2021 à 14:47pmReading time: 5 minutes

La Puglia a Montréal

La Puglia a Montréal
Photo: Foto cortesiaI fratelli Davide e Pierpaolo Sansone

Pieropaolo Sansone parla di cultura italiana e panzerotti

di Francesca Sacerdoti  –  sacerdoti.francesca@gmail.com

Al 4084 di Rue Saint Denis, è possibile scoprire un angolo di Puglia, quella vera, quella appassionata, dai sapori intensi. La Panzeria infatti, è il suggestivo e “gustoso” nome di questo posto alquanto unico qui a Montréal, aperto da due fratelli pugliesi, Pierpaolo e Davide Sansone.

«In realtà è l’unione di tante cose – spiega Pierpaolo cercando di definire La Panzeria – quindi non saprei neanche come definirla. Perché il bar, la caffetteria è quel luogo d’incontro dove la gente si ferma due secondi per la pausa. Beve un caffè, magari prende un pasticcino, qualcosa per continuare a chiacchierare. Poi c’è il ristorante, perché comunque ci teniamo moltissimo alle nostre origini, quindi oltre al caffè abbiamo anche il cibo che poi la gente scopre e che è un po’ fuori dagli standard. Poi c’è il vibe, la musica… non saprei come definirlo come luogo perché è davvero unico. Uno snack bar, chiamiamolo così. Perchè c’è il caffè, se vuoi un bicchiere di vino lo abbiamo. Se vuoi qualcosa veloce da prendere e portar via anche. Oppure se vuoi sederti e mangiare un bel piatto di pasta fatta a mano, qui lo trovi, quindi snack bar non so neanche se sia la definizione giusta. Forse snack bar all’italiana, chiamiamolo così, ecco». La storia della Panzeria 

«Noi – racconta Pierpaolo in merito a come tutto è iniziato -siamo nati qua a Montréal. Avevo 4 anni e mio fratello 10 quando la famiglia ha deciso di ritrasferirsi a Bari.

Siamo cresciuti a Bari, ho trascorso tutta l’adolescenza e tutti gli anni a venire lì, dove siamo andati alla scuola alberghiera. Quando finivamo la scuola andavamo tutti nella panetteria focacceria di nonno Saverio. Siamo cresciuti là; poi da mio nonno è passata a mio cugino e noi abbiamo continuato a fare quello che comunque eravamo abituati a fare da tanto tempo. Abbiamo imparato tutto quello che riguarda la panificazione e la produzione di focacce e prodotti da forno».

Gli appetitosi panzerotti de La Panzeria

Continua poi Pierpaolo raccontando di come nel 2013 i suoi genitori abbiano deciso di tornare a Montréal assieme a suo fratello Davide per essere poi raggiunti successivamente da lui nel 2019 dopo diverse esperienze nel mondo della ristorazione. Una volta tornato, ecco la decisione di aprire La Panzeria assieme a Davide: «Avevo maturato una certa esperienza nel mondo della ristorazione e mi trovavo un po’ perso e volevo ritornare a lavorare nello stesso settore. Girando un po’ quei pochi mesi che ho potuto vivere la città mi sono reso conto che mancava un posto che rispecchiasse quelle che sono le nostre tradizioni culinarie. È difficile sbagliare con dei prodotti del genere: la focaccia è un prodotto da forno che mangiano tutti. Quindi focacce, panzerotti. Erano gli anni in cui anche la Puglia stava uscendo fuori dal dimenticatoio, che si stava facendo sentire che si stava ritagliando quel giusto spazio nel mondo.  E forse era il momento giusto per far conoscere i nostri prodotti a questo angolo di mondo».

 

Panzerotti e tradizione

 «Più che creare un qualcosa improntato al business – prosegue – volevamo diventare dei rappresentati della Puglia, degli ambasciatori. Perché comunque la cultura si scopre anche attraverso i sapori. Quindi ho detto “voglio fare qualcosa di diverso, voglio fare qualcosa improntato alla nostra regione di cui siamo innamoratissimi”. Quindi ci siamo sentiti un po’ in dovere di diventare gli ambasciatori dei sapori pugliesi». Pierpaolo spiega poi anche in dettaglio la natura del famoso panzerotto: «È un impasto fatto con la semola. Molti pensano che sia un calzone, ma in realtà non lo è. Perché il calzone è fatto con l’impasto della pizza napoletana, quindi diventa molto più massoso. E poi il calzone è cotto al forno. L’impasto del panzerotto viene lasciato lievitare per 48 ore ed è fatto al 100% con semola di grano duro di Altamura che è molto più dolce rispetto alla farina 00, è quasi un cereale ed è più digeribile. Il panzerotto è più leggero, anche se fritto è molto più leggero rispetto a un calzone». Pierpaolo prosegue parlando anche della farcitura: classica con pomodoro e mozzarella ma anche di tanti tipi diversi come nel loro panzerotto gourmet con pistacchi, mortadella e mozzarella di bufala.

 

Il futuro

Dalle importanti soddisfazioni accumulate, come quella di vedere tanta gente far la fila per i loro deliziosi prodotti, alla sfide diverse che questo mestiere comporta, Pierpaolo e Davide guardano al futuro con ottimismo e determinazione, forti della loro grande passione per questo mestiere e del voler far conoscere sempre meglio quest’Italia dai mille sapori. «Attualmente stiamo facendo dei lavori di ristrutturazione, però sicuramente nel futuro vorremmo espanderci. Vorremmo ricoprire alcune zone della città anche perché la domanda è davvero forte. Però sempre mantenendo alta la qualità e la tradizione».

 

Contatti de La Panzeria

4084 Rue Saint Denis -Montreal

514-219-1110; Instagram : @lapanzeriamtl

Facebook : La Panzeria MTL

 

 

More Like This